“Massimo Bonetti: un padre ideale”

TOCCI,BONETTI,DI SANTE

E’ passato tanto tempo da quando Massimo Bonetti esordiva nel ruolo di Cesare in “Storia d’amore e d’amicizia”.

Era il lontano 1982, ma il personaggio che lo ha fatto conoscere è stato quello di Pietro Guerra in “La squadra”.  In  “Squadra Antimafia 5” è stato Guido Leoni. Non è solo un attore, è un anche uno sportivo e tifoso della Roma. Il suo rimpianto? “Non aver interpretato Rugantino”.

“Per Bonetti, il teatro, il cinema e la televisione sono materie diverse con cui un attore approccia ed è solo il pubblico a decretare il successo di quello che uno interpreta.”

La sua ultima soddisfazione? Ha ultimato la regia di “La settima onda”,  con Francesco Montanari, Valeria Solarino e Alessandro Haber.

Dal 1 aprile al 20 aprile è al Teatro dè Servi con “Il padre dello sposo”, una commedia di Gianluca Tocci. La pièce è ambientata a Roma, nei giorni nostri e vede come protagonista, Cesare (Massimo Bonetti), palazzinaro romano della vecchia guardia che deve prepararsi ad un lieto evento in famiglia: il matrimonio del suo unico figlio.  La famiglia è in subbuglio, Cesare e Giuseppe si dedicano alla prova del vestito.

I ricordi si fanno strada nella mente di Cesare che ha nostalgia di sua moglie, scomparsa da dieci anni.  La sposa del figlio Giuseppe (Gianluca Tocci) è Camilla (Angela di Sante), con la quale è fidanzato da sette anni.

Lei è la figlia di uno dei costruttori romani più in auge, uno di quelli a cui il lavoro non manca mai , a differenza di Cesare, la cui azienda invece sembra essere arrivata al capolinea.

I due ragazzi si amano e, a sentire Giuseppe, nulla e nessuno al mondo potrebbe mai separarli …

Ma quando tutto sembra essere pronto, Camilla irrompe nell’appartamento del suo futuro marito in preda ad una vera e propria crisi.

Oscure abitudini caratterizzano il passato del suo fidanzato, pagine di vita di cui lei non sospettava nulla e che ha scoperto poco prima, solo fortuitamente e grazie alla soffiata di un’amica.

Nella confusione più totale, una frase tuona forte e chiara: Io non ti sposo più!

Cesare, il padre dello sposo, dando prova di grande saggezza, farà di tutto per cercare di mettere a posto le cose.

 

Paola Aspri