Maradona-Totti, che spettacolo: assist e gol. Che litigio tra Diego e Veron

MARADONA

“A Totti dico di continuare a giocare”. Parole di Diego Armando Maradona all’arrivo allo Stadio Olimpico per la ‘Partita per la pace’, voluta da Papa Francesco. La replica del capitano della Roma, tra i grandi protagonisti della serata: “Cosa gli rispondo? E’ il presidente della Roma?”. E ancora Totti al Tg1: “Per fare Diego non basterebbero tutti i calciatori del mondo, lui è il calcio, almeno quando gioca”.

All’ingresso in campo, Maradona ha insistito perché Totti indossasse la fascia di capitano. Il numero 10 giallorosso non ha voluto saperne. Per la cronaca, l’ex Pibe de Oro ha fornito a Totti l’assist per il 2-1 momentaneo della squadra ‘blu’. “Ora che ho giocato con Maradona posso anche smettere”, ha detto Totti lasciando l’Olimpico. A fine primo tempo, al rientro delle due squadre negli spogliatoi, Diego litiga con Juan Sebastian Veron dopo il suo rifiuto a dargli la mano. I due vengono divisi… Qualche mese fa Maradona aveva attaccato Veron, cui era stato affidato l’incarico di ricomporre lo staff della Nazionale argentina: “E’ un traditore che si atteggia a dirigente”, aveva detto dell’ex Lazio. La replica: “Le sue parole sono di scarsa rilevanza”. E nel secondo tempo prima volta insieme in campo per Maradona e il figlio Diego jr. Tanti i campioni che hanno preso parte alla serata benefica: Ronaldinho, Roberto Carlos, Aldair, Cafù, Claudio Lopez, Crespo, Zambrotta, Rui Costa agli ordini di Fabio Capello e Aitor Karanka. Finisce 4-3 per i Bianchi di Karanka e Ronaldinho contro i Blu di Capello, Maradona, Totti e Totò Di Natale.

Nel pomeriggio il Papa ha salutato in Vaticano Maradona e alcuni degli altri ex giocatori impegnati nella ‘Partita della Pace-uniti per la pace’. Una parte degli incassi sarà destinata alla popolazione di Amatrice colpita dal terremoto del 24 agosto scorso.

Sport Mediaset