Mancini: “Voglio riportare l’Italia sul tetto del mondo”

MANCINI

Il mio impegno sarà per riportare la Nazionale ad alti livelli, sul tetto del Mondo e sul tetto di Europa, visto che è molti anni che non vinciamo un campionato europeo”. Lo dice il neo commissario azzurro Roberto Mancini nella sua prima conferenza stampa a Coverciano.

“Spero di poter riportare l’Italia alla vittoria. Il mio impegno è questo – sottolinea – Può capitare anche un momento difficile ma la mancata qualificazione ai Mondiali di Russia è un lutto“.

Il neo commissario azzurro non nasconde l’emozione: “Per me è stato abbastanza semplice scegliere. Sono orgoglioso di guidare la nazionale. Per uno come me che è arrivato nel 1978 in Nazionale con l’under 14 questa è la cosa più bella”.

E aggiunge: “Penso che diventare il commissario tecnico sia la massima aspirazione per ogni allenatore. Sono tanti anni che alleno e questo è il momento giusto per diventare ct perché bisogna fare qualcosa per la Nazionale. Non essere andati ai Mondiali – per chi tifa Italia da sempre – è una cosa difficile”.

“Sono abbastanza emozionato perché diventare ct della Nazionale non è qualcosa di banale e non capita sempre” prosegue il tecnico jesino. I vertici federali “mi hanno fatto sentire quello che volevo, che mi volessero al 100%. I miei genitori penso siano orgogliosi. Ringrazio tutti gli allenatori che mi hanno aiutato nella mia crescita, se sono qui lo devo anche a queste persone”.

Mancini parla poi di Mario Balotelli. “Lo sentiremo e probabilmente lo chiameremo” dice il commissario tecnico della Nazionale.

 

Adnkronos