Mancini: “Napoli in gran forma. Ma può succedere di tutto”

MANCINI_INTER_ALL

Napoli-Inter non è solo un quarto di finale di Coppa Italia. Napoli, per l’Inter e per Mancini, è un appuntamento per capire la crisi nerazzurra e le possibilità di venirne fuori. Il tecnico: “Crisi? Ci mancano i risultati, solo quelli. Il Napoli è in gran forma, ma può accadere di tutto, la Coppa Italia è un nostro obiettivo. Icardi col Sassuolo ha sbagliato, imparerà. Kovacic deve crescere e deve imparare anche lui”.

Ecco dunque Roberto Mancini.
“Come stiamo? La squadra sta facendo quello che deve fare, atteggiamento da grande squadra. Purtroppo facciamo degli errori, tecnici e di posizione, ma l’atteggiamento è quello giusto, da grande squadra. Poi, appunto, gli errori, i gol che non facciamo e che subiamo. Poi quello che accade a fine partita, beh… I giocatori ce la mettono tutta, danno tutto questo l’ho detto a loro e voglio che si sappia. Tutti siamo dispiaciuti… Poi lo so,Icardi ha sbagliato, lo sa anche lui. I tifosi sono delusi, molto delusi, loro come noi. L’importante è che Icardi sia rientrato, per giustificarsi e chiedere scusa”.
“Se all’Inter manca un alto dirigente? Un presidente? Ho lavorato in Inghilterra e là non esiste direttore sportivo, direttore qua e là. Si lavora benissimo., Qui non c’è bisogno di un padre, di un nonno. Io lavoro benissimo, quello che manca sono i risultati, quello che va corretto deve essere corretto”.
“Icardi? Gli ho detto: non dovevi andare sotto la gradinata, i tifosi sono arrabbiati, accadono delle cose che non devono accadere. La multa? Non lo so, dipende dalla società. Lui è giovane, imparerà”.
“Il mercato? Sono soddisfatto, è quello che ci serviva coi soldi che si potevano investire. Per questo stagione e per il futuro”.

“I ragazzi stanno facendo un buon lavoro… A Empoli abbiamo reagito dopo lo 0-2. Purtroppo le cose non vanno bene, ma non siamo abbattuti, stiamo creando qualcosa di importante e dobbiamo procedere, da arrabbiati come deve essere, ma senza sintomi di depressione”.
“Quando sono arrivato sapevo che ci sarebbero state difficoltà, lo sapevo benissimo. Cambiare sistema di gioco non è facile dopo un anno e mezzo con un altro sistema… Ci vuole tempo. Non so quale sia il sistema giusto e quello sbagliato, ognuno ha il suo modo di giocare e quando si cambia ci sono dei problemi, quelli che stiamo vivendo. Noi dobbiamo fare dei gol ed evitare di prenderli”.

“Capitolo-Kovacic. Io da lui voglio molto, ha qualità enormi e sta vivendo un momento di difficoltà. Col tempo saprà superarle. Hernanes? Sta bene, non ha giocato le ultime due partite, ma sta bene. Nagatomo sta bene: ha cambiato un pezzo, è tornato dal Giappone con un pezzo cambiato e quando sta bene corre più degli altri”.
“Poi qualcosa su Napoli-Inter, bisogna pur dirla. Noi ci teniamo alla Coppa Italia, è una partita secca, può accadere qualsiasi cosa. Il Napoli sta molto bene, è forte, io pensavo potesse lottare per lo scudetto, ma noi andiamo a Napoli per giocare alla pari, per fare la nostra partita e per passare il turno”.

SPORTMEDIASET