Mancini: «Lavezzi? E’ salito sul bus del Psg…»

FBL-EUR-C1-JUVENTUS-GALATASARAY

«Cerchiamo di dare sempre il massimo e, se saremo bravi a restare nella stessa posizione di classifica fino alle ultime tre partite della stagione, proveremo a vincere. Ma non dobbiamo dimenticarci che il nostro obiettivo è tornare in Champions League»: lo ha detto il tecnico dell’Inter, Roberto Mancini, dopo l’amichevole col Psg a Doha persa 1-0. Una partita che, al di là del risultato, secondo Mancini, è stata utile per ritrovare la forma: «È stata la prima gara dopo una settimana di riposo. Un match utile a ritrovare la giusta condizione e spero che sia servito. Il Psg è sempre una squadra molto forte, anche se mancavano tanti giocatori. È stata una buona gara, stiamo lavorando per mantenere quanto di buono fatto fino ad oggi». E Lavezzi? «E’ salito sul pullman del Psg. Siamo solo a dicembre, è ancora presto, non si muove niente».

L’AMICHEVOLE – «Cerchiamo di dare sempre il massimo e, se saremo bravi a restare nella stessa posizione di classifica fino alle ultime tre partite della stagione, proveremo a vincere. Ma non dobbiamo dimenticarci che il nostro obiettivo è tornare in Champions League»: lo ha detto il tecnico dell’Inter, Roberto Mancini, dopo l’amichevole col Psg a Doha persa 1-0. Una partita che, al di là del risultato, secondo Mancini, è stata utile per ritrovare la forma: «È stata la prima gara dopo una settimana di riposo. Un match utile a ritrovare la giusta condizione e spero che sia servito. Il Psg è sempre una squadra molto forte, anche se mancavano tanti giocatori. È stata una buona gara, stiamo lavorando per mantenere quanto di buono fatto fino ad oggi».

THOHIR – «Credo in questa squadra e in questo allenatore, sono soddisfatto di quello che stiamo facendo in campionato»: lo ha detto il presidente dell’Inter, Erick Thohir, a BeIN Sports, durante la sua visita a Doha per assistere all’amichevole dei nerazzurri persa 1-0 contro il Psg. «Mi ha fatto piacere fare visita alla squadra qui a Doha – ha aggiunto Thohir – una bellissima città, in un Paese in cui l’amore per il calcio sta crescendo tantissimo. E anche l’Inter sta crescendo tantissimo, sul campo e fuori dal campo. Dobbiamo continuare a lavorare duramente».

Corriere dello Sport.it