Maltempo in Campania: bombe d’acqua e strade interrotte

SINDACO BENEVENTO

Non si placa il maltempo in Campania con il peggioramento delle condizioni, in particolare, delle popolazioni del Sannio già colpite dall’alluvione della scorsa settimana. Bombe d’acqua si sono abbattute a Castelpagano, nel Fortore, al confine con il Molise, dove le strade sono state invase dall’acqua di ruscelli esondati Castelpagano. Molte contrade risultano isolate. Non si registrano, allo stato, danni a persone. Un’altra bomba d’acqua si è abbattuta nel pomeriggio a Pomigliano d’Arco, nel napoletano. Flagellati dalle piogge anche altri centri del Nolano. Peggiorano le condizioni metereologiche nel Sannio. Il sindaco di Benevento ha disposto per domani la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado. Sospese anche tutte le attività didattiche dell’Università del Sannio. Persistono timori per alcune zone del capoluogo sannita. Gli abitanti di alcune aree maggiormente a rischio sono stati invitati ad utilizzare “tutte le misure precauzionali a loro disposizione”, a loro è stato consigliato di recarsi nella parte bassa della città. Allertati personale del Comune, Vigili del Fuoco, uomini della Protezione civile. L’Anas ha comunicato che sono chiuse per i continui nubifragi alcune strade statali tra Campania e Molise. Altri allarmi sono stati lanciati dalla Coldiretti per le fortissime piogge verificatesi nei vigneti della valle Telesina con gravi danni alla produzione di Solopaca e di Falanghina. La Croce Rossa di Benevento ha diffuso una nota comunicando che stanno finendo alcune scorte di cibo per gli alluvionati.

ASKANEWS