Lotito pressa, Parolo risponde

Claudio Lotito 1

L’attesa continua. Lotito è in pressing per chiudere gli affari Parolo e Astori e regalare a Pioli per il ritiro altri due rinforzi di qualità dopo gli acquisti di Djordjevic e Basta. Ma la Lazio che ha lavorato nelle ultime per ottenere il sì di entrambi, non vuole andare oltre alle offerte formulate per non alterare gli equilibri dello spogliatoio.

Ieri il presidente è stato chiaro sul mercato intervenendo a La7 nel corso di una trasmissione che si occupa di politica (ormai è chiara l’intenzione del numero uno biancoceleste di ritagliarsi un ruolo istituzionale), non prima di aver rifatto la storia del suo ingresso nel mondo del calcio: «Oggi la Lazio, e non era affatto cosi quando l’ho presa in mano e salvata dal rischio crac, è una delle quattro squadre in serie A che esce in utile e ha avuto risultati sportivi. Ho messo in campo iniziative di cambiamento. Su Parolo siamo in trattativa: con le società abbiamo raggiunto l’accordo, adesso non resta che aspettare il giocatore che deve dire ora cosa fare». E l’uscita di Lotito sembra aver sortito gli effetti sperati: il centrocampista azzurro è pronto ad accettare un quinquennale da 1,1 milioni a stagione mentre il Parma otterrà 5,5 milioni più bonus. Per Astori ancora contatti frenetici: si lavora ma solo il primo di luglio si conoscerà il futuro del difensore del Cagliari cone ha annunciato nelle ultime ore il suo procuratore.

Altro nodo da dirimere è il rinnovo di Candreva rientrato ieri dopo la delusione mondiale con l’Italia. Il fantasista partirà per le vacanze solo domenica e allora tra oggi e domani potrebbe esserci l’incontro con Lotito per mettere nero su bianco il nuovo stipendio del fantasista. Nel caso non ci fosse possibilità di vedersi, il giocatore si aspetta comunque la chiamata del presidente e di Tare per avere conferma della promessa di vedere il proprio ingaggio portato a livello di quello di Klose: due milioni di euro più i premi. C’è ottimismo anche se resta valida l’opzione cessione se arriverà un acquirente disposto a sborsare 35 milioni di euro per il cartellino di Candreva. Si lavora anche sul fronte cessioni. Per fortuna qualcosa si muove sul fronte Gonzalez: Alessandro Lucci volerà a Londra nei prossimi giorni per parlare col Fulham che dopo la cocente delusione della retrocessione in Championship (la nostra serie B), ha intenzione di allestire una rosa di alta qualità per riconquistare subito un posto in Premier. La Lazio spera di incassare 3 milioni di euro da un giocatore che ha ancora un solo anno di contratto.

Da piazzare anche Cavanda (sempre in Premier), Pereirinha (in Germania), Alfaro (in Arabia) e Ciani (in Francia o Russia) mentre vanno verso la conferma Cana e Novaretti. Così come Radu, Lulic e Marchetti che avevano chiesto di essere ceduti ma ora rischiano di restare visto che non sono arrivate offerte che soddisfano Lotito. L’attaccante Medicino potrebbe giocare con il Lanciano in serie B, Crecco va verso Crotone, mentre Cataldi è destinato a rimanere

Intanto arriva una buona notizia dalla Uefa: il club biancoceleste incassa 9,5 milioni di euro per la partecipazione alla scorsa Europa League. Una cifra importante che purtroppo la Lazio non prenderà nella prossima stagione.

IL TEMPO