L’Opinione di Tony Damascelli

Tony Damascelli

Paul Pogba ha ventuno anni. E già sa che a fine stagione deciderà il proprio futuro. Paul Pogba sa anche di avere sottoscritto un contratto con la Juventus fino all’estate del 2016. Paul Pogba percepisce euro un milione e Stando alle voci di mercato ci sarebbero molti club interessati all’acquisto del francese. Si scrive e si parla di 60, 70 milioni di euro come offerta, nulla si scrive e si parla della eventuale richiesta juventina.

E’ chiaro che se le cifre corrispondessero alla realtà la Juventus non dovrebbe avere nemmeno un secondo di dubbio: vendere il calciatore e reinvestire parte della cifra. Perché sul valore di Pogba non ci sono controindicazioni ma chi è pronto a sostenere che Pogba sia l’uomo che fa vincere le partite? Voglio dire, Pogba è l’uomo dinanzi al quale si possono rifiutare 60, 70 milioni di euro? E allora Ronaldo e Messi, Falcao e Rooney, Cavani e Ibrahimovic, Robben e Ribery quando possono valere, considerato il loro ruolo, non tattico, decisivo nelle cronache e nei risultati delle loro squadre? Pogba è un ottimo calciatore, direi un campione ma non un fuoriclasse. Abbiamo fame di talenti e Pogba appartiene alla tribù dei bravi ma un club deve saper rispettare equilibri contabili e logiche tecniche. Se davvero qualcuno è pronto a pagare quelle cifre di cui sopra allora a Torino preparino le carte e l’au revoir, altrimenti Pogba rispetti il contratto sottoscritto e rinvii di un paio di anni scelte e sedi di divertimento.