L’Olanda crolla in Islanda. Bel pari tra Bosnia e Belgio

BOS_BEL
Non solo Italia. Oltre al girone degli Azzurri, la strada verso Euro 2016 prevede altre sei partite tra i gruppi A e B, cominciando da Kazakistan-Repubblica Ceca. Ecco il dettaglio.
GRUPPO A — Non c’è due senza tre. Dopo Olanda e Turchia, la giovane Repubblica Ceca, con molti volti nuovi, piega anche il Kazakistan ad Astana. Un secco 4-2 che lancia i cechi al primo posto a punteggio pieno nel girone. A segno Dockal (terzo centro consecutivo), Lafata, Krejci e Necid per gli ospiti, Logvinenko (doppietta) per i padroni di casa. La sorpresa della serata arriva invece dall’Islanda, dove l’Olanda crolla sotto i colpi di Gylfi Sigurdsson, trequartista dello Swansea: uno-due nel primo tempo e festa a Reykjavik. L’Islanda è prima a punteggio pieno con la Repubblica Ceca. Si complicano le cose per gli oranje, già attardati, così come la Turchia, che domina in Lettonia, ma si fa raggiungere da un rigore di Sabala dopo il vantaggio firmato Kisa.
GRUPPO B — Il Belgio se la vede brutta in Bosnia, ma grazie a Nainggolan (papera del portiere Begovic) torna a casa con un punto prezioso. Non basta Edin Dzeko ai padroni di casa, sempre pericolosamente attardati in classifica. Israele vince sudando più del previsto ad Andorra (gli ultimi due gol nel 4-1 arrivano nel finale) e si mantiene a punteggio pieno: mattatore dell’incontro l’attaccante Damari, autore di una tripletta. Sofferto anche il successo del Galles su Cipro. Dopo la partenza sprint (Cotterill e Robson-Kanu su invenzione di tacco di Bale), i britannici subiscono la rete di Laban e chiudono in 10, rischiando parecchio nel finale.
GAZZETTA DELLO SPORT