L’Inter su Osvaldo, Balotelli scaricato

OSVALDO

Più che un vizio, un’abitudine. Anche se questa volta potrebbe esserci una componente strategica per Daniel Osvaldo , che ieri ha deciso di non presentarsi al primo giorno di ritiro del Southampton lamentando un presunto problema fisico. Motivazione che non ha convinto per nulla il neo tecnico Koeman , intenzionato sin da subito a mettere sul mercato l’attaccante italo argentino. Un’intenzione probabilmente gradita anche al giocatore, deciso nel voler continuare la sua carriera in Italia dopo le ultime travagliate esperienze tra Roma e Juventus. Ora l’Inter è pronta a muovere i primi passi, convinta di trovare terreno fertile nella voglia di Osvaldo di accettare la destinazione milanese e chissà anche un eventuale sconto sul cartellino da richiedere al club inglese. Pagato circa 15 milioni poco meno di un anno fa, il presidente nerazzurro Thohir ha già dato parere positivo all’operazione: in primis verrà avanzato il tentativo del prestito gratuito, altrimenti verrà comunque fatto uno sforzo per accontentare una delle richieste di Mazzarri (che ieri ha dato il benvenuto al nuovo arrivato Vidic ).

Il Milan continua a ragionare sul futuro di Balotelli , ogni giorno più lontano dal vedere il suo futuro tinto di rossonero. Le offerte si sono scontrate però contro da debacle brasiliana al Mondiale, abbassandone inevitabilmente sia il prezzo che l’appeal per un calciatore da sempre molto discusso. Supermario è stato scaricato da Berlusconi: «Altro che Italia, il mondiale l’ho perso io, perchè stavo vendendo Balotelli a una squadra inglese per svariati milioni, ma dopo questo mondiale chi me lo compra più?».

Il passaggio di Supermario all’Arsenal per 35 milioni era cosa fatta ma dopo il Mondiale i gunners si sono ritirati. L’ad Galliani , dopo aver risparmiato il lauto ingaggio di Kakà e aver ricevuto rassicurazioni sull’incedibilità di De Sciglio , punta ancora alla ricostruzione della rosa partendo proprio dalla cessione di Balotelli . Il sogno Iturbe continua a registrare continui incidenti di percorso, tra cui la concorrenza della Juventus che continua a spingere forte per arrivare al talento argentino del Verona. L’offerta per Iturbe rimarrà fissa a 23 milioni più l’inserimento nella trattativa del cartellino diMarrone . Più difficile che possa muoversi Quagliarella , poco intenzionato nel ridursi lo stipendio per arrivare alla corte di Mandorlini . Peluso passa al Sassuolo mentre i bianconeri continuano l’assalto aMorata : il Real Madrid valuta la punta 25 milioni, la Juventus non andrà oltre i 15 già presentati da qualche settimana. A Firenze intanto aspettano il ritorno dal Mondiale di Cuadrado per fissare il prezzo e ascoltare le proposte di Barcellona e Bayern Monaco. Montella comunque accoglierà a breve l’arrivo del difensore argentino Basanta e di Octavio , centrocampista offensivo classe ’93 del Botafogo. Scatenato anche il Torino: dopo Nocerino , ufficializzato ieri anche lo spagnolo Ruben Perez . Il regista venticinquenne arriva in prestito dall’Atletico Madrid.

IL TEMPO