Legge di stabilità: approvata la manovra. Renzi: ‘Slogan è ‘Italia con segno più”.

Matteo Renzi press conference, Rome

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi a Palazzo Chigi ha illustrato la manovra approvata dal Cdm. Lo ha fatto attraverso le slide e in contemporanea dal suo account di twitter sono partiti i tweet sulle misure della manovra con l’hastg #italiacolsegnopiù. La stabilità è stata promossa da Confindustria e bocciata dai sindacati.  La manovra vale tra i 26,5 mld ed i 29,6 mld di euro. La cifra oscilla in quanto la stima più prudenziale non tiene conto della cosiddetta “Clausola migranti” (3,1 mld): si tratta della flessibilità (0,2%) per l’emergenza immigrazione che deve ancora avere il via libera Ue. 

“Si scrive legge di stabilità ma si pronuncia legge di fiducia  – ha detto il premier -. Il nostro destino non è Bruxelles, a New York, a Pechino, è nelle nostre mani”. “Fino a qualche anno fa il mondo tirava, l’Italia arrancava. Adesso l’Italia é ripartita – ha spiegato – e il mondo non si sente benissimo. Non sappiamo cosa accadrà prossimi mesi ma il punto è che va sottolineato con forza è che l’Italia è tornata alla crescita. Lo slogan di questa legge di stabilità è “Italia con segno più“.

SCHEDA – Italia col “segno più’,le slide della L.Stabilità: Da Tasi a super ammortamenti, dal canone Rai al sostegno al Sud

“Scherzando stanotte con Pier Carlo ricordavamo che dopo la finanziaria i cittadini dicevano: dove ci fregano? Quest’anno – è una cifra identitaria del nostro governo – non solo le tasse non aumentano ma vanno giù. Per la prima volta nella recente storia in modo sistematico, costante e, per molti, anche sorprendente”. Nella legge di stabilità “ci sono i minimi per le partite Iva, una sorta di jobs act per i lavoratori autonomi”, ha spiegato il premier. Poi ancora: “Dal prossimo anno l’Ires“, ha detto Renzi in conferenza stampa al termine del Cdm parlando del taglio delle tasse per le imprese.

Taglio Ires al 24% dal 2017“, che “qualora fosse riconosciuto” dall’Unione europea l’ulteriore margine di flessibilità, sarà “anticipato al 2016”: così Renzi al termine del Cdm illustrando un tweet per spiegare le misure chiave della legge di stabilità.

“La vera discussione in questa legge di stabilità è se accettiamo di rispettare tutte regole europee o no. Parte di noi ritiene che le regole debbano essere rispettate perchè da questo dipende la reputazione del Paese e una parte vorrebbe applicarle con più fantasia. La nostra scelta è rispettarle”.

E alla domanda se nella legge di stabilità sia stato inserito l’innalzamento della soglia del contante, Renzi ha risposto: “Sì”.

“Se ci verrà riconosciuto dalla Commissione Ue lo 0,2, circa 3,3 mld, per l’evento migratorio eccezionale anticiperemo al 2016 misure previste per il 2017: l’Ires e i denari per ulteriori investimenti nelle scuola”.

“A Bruxellex ci sono Paesi che parlano di regole economiche e non le rispettano. Noi pensiamo che alcune regole possono essere cambiate ma nel frattempo le rispettiamo tutte anche quelle che vorremo cambiare in attese di cambiarle se ce la faremo”.

“Abbiamo scelto con dispiacere ma con molta saggezza di non intervenire sulle tax expenditures. Intervenire oggi significa aumentare le tasse” .

 “Il canone era a 113 e ora va a 100. Se lo pagavi il prossimo anno sarà di meno meno. La curva del canone sarà discendente a 95 euro nel 2017, continuerà a scendere e si pagherà in bolletta”, ha detto Renzi.

Poi ancora: Dal 2016 i Comuni saranno “liberi di spendere i soldi in cassa per scuole, marciapiedi, strade”, ha detto il premier illustrando le misure della manovra che prevede un allentamento del patto di stabilità interno. Il valore, ha spiegato, è di 670 milioni di euro.

Il masterplan per il Sud prevede finanziamenti per 450 milioni di euro, di cui “i primi 150 già nel 2015” grazie ad un protocollo che sarà firmato da Regione Campania, Anac e governo. Lo ha annunciato Renzi spiegando che sarà previsto anche “lo stanziamento definitivo per la Salerno-Reggio” e risorse da destinare all’Ilva.

Nella “versione base” la manovra 2016 vale poco meno di 27 miliardi, nella “versione accessoriata 30 miliardi”. La differenza sta nell’utilizzo della clausola sui migranti che vale circa 3 miliardi.

Giannini, 500 cattedre d’eccellenza – “Italiacolsegnopiù investe in capitale umano e giovani: 500 cattedre d’eccellenza, 1000 nuovi ricercatori, 6000 borse medicina”. Lo annuncia, con un tweet, il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, dopo il consiglio dei ministri che ha approvato la legge di stabilità.

Franceschini, 150 mln in più per cultura nel 2016 – “Dopo anni di tagli crescono le risorse per la cultura, nuovi fondi per la tutela del patrimonio e i grandi progetti culturali”. Lo annuncia il ministro Franceschini che precisa: 150 milioni nel 2016, 170 nel 2017, 165 dal 2018. Il bilancio del Mibact aumenta dell’8% nel 2016 e del 10% nel 2017.

Il ministro: “soddisfazione per fatti concreti”. 500 nuovi assunti a tempo indeterminato per il Mibact in deroga alle norme vigenti, con un concorso che si svolgerà nel 2016. E’ l’annuncio del ministro Franceschini, che precisa: “Ho scelto di assumere professionisti, dagli archeologi ai bibliotecari tutte quelle professionalità di cui ci stiamo privando, avremo nuove energie”.

Martina, oltre 800 mln per agricoltura – ”Le misure messe a punto nella Legge di Stabilità ci consentono di investire oltre 800 milioni di euro segnando così una delle azioni più forti che si siano mai fatte negli anni a sostegno del settore primario”, lo afferma il ministro delle politiche agricole Maurizio Martina.

ANSA