Lega: Napolitano, idee xenofobe. Salvini insorge,ricoveratelo

GIORGIO NAPOLITANO 4

E’ scontro tra Giorgio Napolitano e Matteo Salvini. E a difesa del presidente emerito della Repubblica, duramente attaccato dal leader del Carroccio (‘va ricoverato’) e minacciato di denuncia per aver definito la Lega un movimento politico xenofobo, si schiera tutto il Pd. A far insorgere la dura reazione del leghista e’ una frase di Napolitano, pronunciata oggi durante una lezione della ‘Scuola di politiche’ di Enrico Letta. Parlando di populismi in Europa e di partiti di destra, citando i casi di Francia e Austria, Napolitano ha spiegato: ‘mentre in Europa ci sono partiti di destra nati su tematiche tradizionali di destra e ora caratterizzati dall’anti-europeismo, in Italia abbiamo la Lega, che rappresenta la principale espressione di posizioni xenofobe, nazionalistiche e ora anti-europee’. Per Napolitano la Lega non e’ come quei partiti ‘storici’, ad esempio il partito liberale di Haider in Austria e il Front National di Le Pen in Francia, ‘perche’ si e’ affermata nel 1992, nata in un’ottica regional-secessionista e oggi e’ diventata la principale espressione di posizioni xenofobe, nazionalistiche e anti-elitarie, anti-istituzionali e soprattutto anti-europee’. La prima reazione e’ dei capigruppo della Lega, Massimiliano Fedriga e Gian Marco Centinaio, che non hanno timore a parlare di ‘infamia’ e annunciano: ‘Abbiamo dato mandato ai nostri legali di valutare come procedere contro l’ex Presidente della Repubblica. I soldi che ne ricaveremo li daremo in beneficenza ad associazioni che si occupano di anziani bisognosi’. Ma e’ soprattutto il segretario, Matteo Salvini, ad andare giu’ duro contro il senatore a vita: ‘Napolitano dovrebbe essere ricoverato, non sa piu’ quello che dice’, attacca dalla Calabria, dove si trova per un’iniziativa elettorale. Per il leader leghista l’ex presidente della Repubblica ‘straparla e mi spiace che prenda uno stipendio dello Stato Italiano’. Pronta la reazione del Pd, che fa quadrato attorno al presidente emerito: il capogruppo dem alla Camera, Ettore Rosato, definisce ‘inaccettabili’ le parole di Salvini, mentre per Anna Finocchiaro ‘nessuno puo’ dimenticare che il buon Salvini propose vagoni differenziati della metro di Milano per gli immigrati. Ecco, chi ha fatto questo tipo di proposte non puo’ denunciare e offendere nessuno, tanto meno Giorgio Napolitano’. A difesa di Napolitano si schiera anche il presidente dei deputati di Area popolare, Maurizio Lupi: ‘Se c’e’ una persona che tutti gli italiani devono ringraziare questo e’ Giorgio Napolitano.

La Repubblica