Lazio-Sparta 0-3, biancocelesti dicono addio all’Europa League

PIOLI_LAZ_GEN

La Lazio crolla in casa contro lo Sparta Praga per 3-0 e dice addio all’Europa League. La squadra biancoceleste, l’ultima formazione italiana rimasta in Europa, dopo l’eliminazione di ieri della Juventus, subisce tutte e tre le reti nel primo tempo. Partenza shock per l’undici di Pioli che dopo dieci minuti è già sotto per due a zero a causa delle reti di Dockal al decimo e di Krejci un minuto dopo, che sfrutta un errato disimpegno di Hoedt. Sul doppio svantaggio la Lazio però comincia a giocare e sfiora il gol in almeno quattro occasioni. Al 24′ l’occasione più ghiotta è sui piedi di Mauri che servito da Candreva a tu per tu contro Bicik si fa parare il tiro. Al 31′ ci prova Candreva con un tiro da fuori ma anche qui il portiere è bravo a deviare in calcio d’angolo. Al 43′ arriva la terza rete dello Sparta Praga con Julis che batte Marchetti con una girata a volo. Nella ripresa la Lazio ci prova ma non con molta convinzione, l’occasione più importante è al 6′ ancora con Mauri che in spaccata devia il pallone verso la porta ma Bicik para anche stavolta. Al termine della partita tanti i fischi da parte dei tifosi dello Stadio Olimpico.

ASKANEWS