Lazio: Radu a rischio derby, speranze per Biglia, De Vrij ci sarà

RADU
Stefano Pioli lo ha definito “un colpo al cuore”. Quel doppio palo colpito da Djordjevic, l’allenatore della Lazio se l’è sognato e risognato durante la notte: avrebbe potuto dare la svolta alla finale di Coppa Italia, invece la svolta è arrivata qualche minuto dopo, con il gol di Matri che ha regalato la coppa alla Juve. La Lazio, però, svanito un obiettivo non può permettersi di perderne un altro: ecco perché stamattina, alla ripresa degli allenamenti, Pioli ha fatto i complimenti alla squadra per la prestazione e invitato tutti a mettersi alle spalle la sconfitta, pensando al derby di lunedì contro la Roma, decisivo tanto per il secondo posto quanto per la qualificazione alla Champions League. Traguardo impensabile a inizio stagione, ma a portata di mano, nonostante le ultime due gare siano altrettanti scontri diretti.
RADU A RISCHIO — Lavoro di scarico per chi è sceso in campo ieri sera; seduta tradizionale per tutto il resto del gruppo. E’ rimasto in palestra Stefan Radu: il romeno, autore del gol del momentaneo vantaggio, ieri si è infortunato al polpaccio e domani svolgerà gli esami strumentali che daranno il verdetto sulla sua eventuale presenza nel derby. “Non sto alla grande, spero di esserci”, le parole di ieri sera di Radu. La sua presenza è in forte dubbio, a differenza di quella di De Vrij, ieri uscito alla fine del primo tempo supplementare ma solo per la stanchezza dovuta alle sue condizioni fisiche non ancora perfette dopo l’infortunio al ginocchio. Giorno dopo giorno verranno invece monitorate le condizioni di Lucas Biglia: può farcela, e questa è già una grande notizia per la Lazio, che temeva di aver perso il centrocampista argentino per tutta la stagjone.
LEDESMA E CATALDI — Qualora non ce la facesse Biglia, toccherebbe ancora a Danilo Cataldi, ieri tra i migliori della Lazio: il 20enne romano era uno dei più abbattuti, dopo la sconfitta, tanto che Cristian Ledesma sulla sua pagina Facebook gli ha dedicato un bellissimo pensiero. “Io sono un tipo di poche parole, ma ci sono momenti in cui è fondamentale parlare, in questo caso scrivere. Danilo, avrai tantissime altre occasioni: non solo sei il futuro ma sei già il presente della mia Lazio. Sono orgoglioso di te e lo sai, ti ho sempre sostenuto e coccolato; la Lazio è in ottime mani, in ottimi piedi, i tuoi. Ti auguro di essere capitano al più presto, a lungo e senza intoppi. Tu tanto già lo sai, per te ci sarò sempre”. Un passaggio di consegne: Ledesma ha il contratto in scadenza, difficilmente la Lazio deciderà di rinnovarglielo.
FELIPE IN NAZIONALE — A rendere meno amaro il day-after di Felipe Anderson, la convocazione in nazionale per le amichevoli di preparazione alla Coppa America che il Brasile giocherà contro Messico e Honduras: “Non potevo non ringraziare Dio per la convocazione in nazionale – scrive Felipe Anderson sul suo profilo Facebook -. Abbiamo perso la finale di Coppa Italia, altrimenti la giornata di ieri sarebbe stata perfetta. A testa alta abbiamo lottato fino alla fine. Io sto realizzando un sogno e farò del mio meglio per far diventare questa chiamata una delle tante. Spero sia solo l’inizio, voglio difendere il mio paese”.
La Gazzetta dello Sport