Lazio ko ai rigori: vince lo Sporing Lisbona 6-4

PIOLI_LAZIO

Bella e combattuta l’amichevole giocata dalla Lazio in casa dello Sporting Lisbona. I 90 minuti finiscono 2-2, con i biancocelesti bravi a raggiungere due volte il pareggio, nonostante la formazione molto sperimentale. La squadra di mister Pioli parte male e dopo cinque minuti va subito in svantaggio: André Martins, lasciato solo da Cana e Novaretti infila alle spalle di Marchetti. La reazione biancoceleste non si fa attendere: prima Anderson sfiora il pareggio con un colpo di testa su cross di Radu, poi allo scadere del primo tempo arriva l’1-1: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Keita colpisce il palo a botta sicura, ma Mauri è il più veloce ad intervenire e ad insaccare da due passi. In avvio di ripresa un errore di Marchetti consente però allo Sporting di tornare in vantaggio: il portiere tenta un dribbling in area su Montero che gli toglie la palla e lo costringe al fallo. Dal dischetto Adrien Silva non sbaglia. A metà secondo tempo c’è spazio anche per il neoacquisto Braafheid e in pieno recupero Tounkara riporta la gara sul 2-2. Si va ai rigori. Gli errori di Keita e dello stesso Tounkara, due tra i migliori dell’undici laziale, consegnano il trofeo `Cinco Violinos´ ai padroni di casa. Di Barros il rigore decisivo, coi portoghesi perfetti dagli undici metri.

GAZZETTA DELLO SPORT