Lazio, i dubbi di Pioli per il Palermo: Candreva, Anderson e Keita per due maglie

PIOLI_ALLENAMENTO

Nel centro sportivo di Formello, la Lazio prosegue la preparazione in vista della gara contro i rosanero. Prende sempre più piede l’ipotesi di 4-3-3 e si riducono i dubbi di formazione di Pioli: quello più rilevante riguarda l’attacco, con Candreva, Felipe Anderson e Keita in ballo per due maglie.

KEITA SPINGE PER UNA MAGLIA DA TITOLARE – Il giovane spagnolo ha avuto modo di lavorare per due settimane consecutive con l’allenatore (mentre gli altri due concorrenti sono stati impegnati con le rispettive nazionali) e ha sfruttato al meglio l’occasione, passando momentaneamente in vantaggio nelle gerarchie di Pioli. Il tecnico però non ha ancora deciso, mai come in questa occasione sceglierà all’ultimo la formazione da mandare in campo. Vuole studiare bene tutte le possibilità, perché le tre sconfitte consecutive (come mai gli era capitato da quando siede sulla panchina della Lazio) con Atalanta, Milan e Roma devono essere cancellate al più presto.

PIOLI E BALLARDINI: GLI EX A CONFRONTO – La prossima sfida è alla portata, ma piena di variabili. La gara con il Palermo, infatti, è il classico esempio di corsi e ricorsi storici, destini incrociati e curiosità varie. Tanto per cominciare, si affrontano due ex come Pioli e Ballardini. Entrambi sfortunati (ed esonerati) sull’altra panchina: l’attuale allenatore della Lazio non è riuscito nemmeno a iniziare il campionato, Zamparini lo ha cacciato dopo il turno preliminare di Europa League; Ballardini invece in biancoceleste è riuscito a vincere una Supercoppa italiana contro l’Inter di Mourinho, ma è stato l’unico picco di un’avventura complicata, fatta di giocatori fuori rosa (Ledesma e Pandev), l’incubo retrocessione e, infine, l’esonero.

ANDERSON SFIDA VAZQUEZ NEL DRIBBLING – Se, come sembra, Felipe Anderson scenderà in campo dal primo minuto, sarà anche la sfida tra Vazquez e il brasiliano, i due “dribblomani” per eccellenza della Serie A, rispettivamente primo e secondo in questa speciale classifica. Ne sono riusciti ben 50 su 87 tentativi all’italo-argentino, 26 su 67 al numero dieci della Lazio. Due specialisti, insomma. E poi quella con il Palermo è anche la partita per eccellenza di Filip Djordjevic, che la stagione scorsa, proprio contro i rosanero, era riuscito a sbloccarsi in campionato realizzando una splendida tripletta.

KLOSE TORNA AD ALLENARSI – Sarà il titolare in attacco, con Matri pronto a dargli il cambio. Possibile convocazione anche per Klose, che oggi si è tornato ad allenare insieme al resto del gruppo: “C’è stato un piccolo rallentamento
– spiega il medico sociale Salvatori – per dei dolori insorti martedì. Abbiamo preferito fargli fare un lavoro differenziato, ma per domenica è a disposizione”. Poi su Onazi: “Ennesimo atleta che si fa male in Nazionale, forse vengono gestiti in modo superficiale. Il ragazzo ha avvertito qualche problema alla vigilia della prima gara, ma era una partita importante e lo hanno reso disponibile. Ora dovrà stare fermo almeno tre settimane”.

La Repubblica