Lazio, che rimonta in dieci! Verona ko

VERONA, ITALY - SEPTEMBER 27:  Lucas Biglia of SS Lazio celebrates after scoring his team's first goal from the penalty spot  during the Serie A match between Hellas Verona FC and SS Lazio at Stadio Marc'Antonio Bentegodi on September 27, 2015 in Verona, Italy.  (Photo by Dino Panato/Getty Images)

Colpo della Lazio che, in dieci uomini, espugna il campo del Verona e si porta a quota 12 punti in classifica. I biancocelesti passano 2-1 grazie ai gol di Biglia su rigore e Parolo, dopo un primo tempo dominato ma chiuso in svantaggio in seguito alla rete di Helander per i padroni di casa che restano, invece, con soli 3 punti conquistati nelle prime sei giornate di campionato.

PARTENZA SPRINT – La Lazio parte con grande velocità e determinazione fin dalle prime battute di gioco, e riesce subito a mettere in difficoltà il Verona. I biancocelesti trovano anche il gol, ma a gioco fermo per un contatto di Gentiletti considerato falloso dall’arbitro Giacomelli. Decisione che lascia più di un dubbio, dato che a subire fallo sembra proprio Gentiletti. Poco dopo proteste per una trattenuta in area su Felipe Anderson. Gli uomini di Pioli non demordono, e continuano a pressare gli avversari nella loro metà campo. I padroni di casa soffrono la pressione dei biancocelesti, e faticano a trovare le giuste contromisure.

SBLOCCA HELANDER – Una mezz’ora di dominio praticamente totale non evita, però, la beffa alla Lazio che cade al primo affondo del Verona. La difesa biancoceleste si fa sorprendere prima da Juanito Gomez che colpisce la traversa e poi su Helander, il più veloce a ribadire in rete sulla ribattuta. La Lazio cerca subito la reazione, ma rischia ancora su un contropiede non finalizzato da Sala.

LAZIO ALL’ATTACCO – Ancora Lazio avanti in avvio di ripresa, e vicinissima al pari con una bella conclusione di Felipe Anderson. I biancocelesti si piantano stabilmente nella metà campo veronese, e ancora Felipe Anderson semina il panico nella difesa gialloblu. Mandorlini capisce che il Verona rischia, e opta per il primo cambio con Wszolek che prende il posto di Juanito Gomez, non al meglio. Poco dopo esce Greco ed entra Bianchetti.

PAREGGIA BIGLIA – Nella Lazio, invece, Mauri prende il posto di Kishna, mentre Keita sostituisce Djordjevic. Proprio Keita diventa subito protagonista: un suo slalom in area viene fermato fallosamente da Sala che lo stende. Rigore per la Lazio che Biglia trasforma con freddezza, trovando il gol del pareggio. La formazione biancoceleste non si accontenta, e continua a premere cercando di completare la rimonta. Ci va vicino Mauri con una conclusione dal limite che termina di poco alta. La Lazio però rischia su qualche ripartenza dei padroni di casa che spesso mettono in difficoltà la coppia Mauricio-Gentiletti.

ESPULSO MAURICIO – Proprio su un contropiede della squadra di Mandorlini, Wszolek si invola e viene fermato fallosamente da Mauricio che rimedia il secondo giallo e la conseguente espulsione lasciando la Lazio in dieci. Pioli decide di inserire Hoedt al posto di Felipe Anderson.

RADDOPPIO PAROLO – Nonostante l’uomo in meno, la reazione della Lazio è immediata e il raddoppio arriva poco dopo grazie a Parolo che trova il gol con una bella conclusione sugli sviluppi della punizione calciata in collaborazione con Biglia. E’ il colpo del ko per il Verona, mentre i biancocelesti possono fare festa.

CORRIERE DELLO SPORT