Lazio, Bielsa ad un passo. Il club vola dal Loco

Marcelo BIELSA - 29.10.2014 - Rennes / Marseille - Coupe de la Ligue 
Photo : Vincent Michel / Icon Sport

L’atto finale tra la Lazio e Marcelo Bielsa si sposta a casa del “Loco”. Volo intercontinentale per l’Argentina, direzione Buenos Aires: a bordo, il segretario generale biancoceleste Armando Calveri. Dalla capitale, deviazione poi verso Rosario, “quartier generale” del tecnico sudamericano. L’attesa è ormai oltre i livelli di guardia, il termometro della panchina biancoceleste fa registrare temperature caldissime. Marcelo Bielsa è pronto a dire ‘sì’ alla Lazio, con gli ultimi nodi che vanno via via sciogliendosi. Tra questi, la durata del contratto: Claudio Lotito spingeva per un accordo pluriennale, il tecnico argentino voleva valutare pro e contro. L’intesa raggiunta verte comunque attorno a un biennale da circa 2,2 milioni netti a stagione (a cui vanno aggiunti altri 800 mila euro per lo staff). In un primo momento si attendeva lo sbarco del “Loco” a Roma, ma sarà la Lazio a fargli visita. L’alba dell’era Bielsa, insomma, si profila sempre più nitida.

CON BIELSA PUÒ CAMBIARE ANCHE IL DESTINO DI CANDREVA – L’arrivo dell’ex allenatore dell’Olympique Marsiglia cambierebbe, come naturale, anche le carte in tavola per quanto riguarda il mercato. Tanto in entrata quanto, se non soprattutto, in uscita. Già, perché la carica carismatica di uno dei maestri indiscussi del calcio internazionale potrebbe spingere i big in partenza a rivedere le loro posizioni. A partite da Lucas Biglia, per cui l’arrivo del connazionale Bielsa avrebbe un doppio significato. Ma il discorso può essere esteso anche ad Antonio Candreva. L’esterno della Nazionale ha strappato applausi all’esordio nell’Europeo contro il Belgio, l’assist per il gol del 2-0 di Pellè è manna dal cielo per le strategie di Lotito. “Non l’ho incontrato, penso che lui sia contento per l’Italia, la prova dei singoli passa in secondo piano”, ha affermato Candreva in conferenza stampa dal ritiro di Montpellier. È chiaro però come la contentezza del numero uno laziale si estenda facilmente anche a uno dei pezzi più pregiati della sua rosa. Se già il presidente biancoceleste chiedeva parecchi soldi – circa 25 milioni – per l’ala romana, dopo la prestazione con la maglia azzurra le sue pretese possono tranquillamente lievitare. Tempi duri, insomma, per le numerose e prestigiose pretendenti: dall’Atletico Madrid – fermo a un’offerta inferiore ai 20 milioni – all’Inter, ancora più restia ad accontentare le esose richieste di Lotito. Sullo sfondo anche il Napoli, mentre il Chelsea sta valutando se muoversi in maniera concreta per uno dei pupilli di Conte, prossimo manager dei Blues. Con Bielsa sulla panchina biancoceleste, anche il destino di Candreva potrebbe però cambiare. D’altro canto, l’eventuale introito legato alla sua cessione consentirebbe alla Lazio di operare con maggiore comodità sul mercato in entrata.

NIENTE LAPADULA, IL PESCARA: “NON ANDRÀ ALLA LAZIO” – Senza quella liquidità, sarebbero necessari altri sacrifici (su tutti Keita) al momento meno remunerativi. Non stupisce allora che una trattativa avviata, come quella per Lapadula del Pescara, si sia arenata: “Non andrà alla Lazio”, ha assicurato il presidente pescarese Sebastiani. Ai microfoni di Radio Incontro Olympia, il numero uno del club abruzzese ha ricostruito l’operazione intavolata
con l’omologo laziale: “Un mese fa c’era stato l’interessamento concreto di Lotito, ma successivamente, non so se per motivi economici o per mancanza tuttora di un allenatore, non si è fatto più sentire, raffreddando una pista che se battuta poteva restare calda”. Un rammarico che, in questo momento, non sembra incupire troppo gli animi della dirigenza biancoceleste. La pista più calda su cui concentrarsi, ora, porta solo a Bielsa.

La Repubblica