LAZIO, ARIA DI RIVOLUZIONE

reja_allenatore_lazio

ROMA Qui si fa la rivoluzione, con una sola distinzione. O paradosso: può restare il “conservatore” Reja in cabina di comando. Puorparler con altri allenatori, ma Edy – al momento – regna ancora. Così Lotito e Tare sono pronti per l’azione: preso Djordjevic (a costo zero), quasi De Vrij (7,5 milioni), una volta riscattato (9 milioni) e accontentato (2,5 milioni d’ingaggio) Candreva, bisognerà fermarsi. Serviranno soldi per fare l’altro mercato. Arriveranno da un’intera squadra in vendita. Scontati i nomi delle riserve Cavanda, Novaretti, Ciani, Pererinha; dei giovani Crecco, Perea (in prestito) e Alfaro; dei big Marchetti, Konko e Lulic. Ma da Formello possono pure partire Onazi (direzione Premier) e Gonzalez, con una giusta offerta. Nessuno è incedibile insomma, anche Reja è d’accordo. Ma sa che poi potrebbe anche dover attendere agosto per avere la sua rosa al completo. 
GLI INCONTRI
Il sabato del villaggio biancoceleste: gente che va, gente che viene. Salutano Biava e Dias, tornano Reja e Candreva a parlare con Lotito. Temperatura bollente a Villa San Sebastiano, se poi ci scappa una doccia pure per Mauri (biennale a 1,2 milioni), ben venga. Priorità all’esterno azzurro, che dopodomani dovrà riaggregarsi alla Nazionale italiana: Antonio vuole un adeguamento dell’ingaggio, chiede la stessa cifra di Klose. Gli garantirebbero molto di più Juve, Napoli, Atletico Madrid e ora persino il Psg, alla finestra delle buste con l’Udinese. Reja scongiura la sua partenza, lo ha già detto al telefono a Lotito e anche in un incontro fugace nel suo albergo, mercoledì notte. Il vertice vero e proprio ci sarà in questo week-end: il goriziano esporrà certezze e perplessità. Soprattutto legate all’ambiente, dopo aver respirato ieri sera la festa di un popolo unito a Sofia dove la Lazio è stata battuta dal Levsky per 3-2 nell’amichevole per festeggiare il centenario dei padroni di casa. Per la Lazio in gol Tounkara e Gael Kakuta.
SEMPRE DERBY
Solo il derby aveva fatto ritornare i laziali all’Olimpico, quest’anno. Adesso li trascinerà il 4 giugno a Santarcangelo di Romagna per la sfida con la Roma nei quarti di final eight per la Primavera d’Inzaghi. Oggi stracittadina per gli Allievi regionali. Dopodomani poi si festeggerà – in eterno – il 26 maggio: videomessaggio su facebook di Lulic, eroe del settantunesimo, con tanto di maglia-ricordo. A Formello verrà inaugurata l’Academy: testa a testa fra Maestrelli (40,1%) e Chinaglia (36,7%) per il nome più votato dai tifosi. Che da febbraio fanno la rivoluzione. Questione di delusione. 

IL MESSAGGERO