Lazio, altri tre acquisti dopo Hoedt e Morrison

Generated by  IJG JPEG Library

Per cominciare a capire il mercato della Lazio basta contare i giocatori. Lotito ne ha presi tre a gennaio: Mauricio da riscattare dallo Sporting Lisbona, Hoedt (Az Alkmaar) e Morrison (West Ham) a parametro zero dal primo luglio. Entreranno nel blocco dei ventuno per la prossima stagione. L’idea è di confermare in blocco la squadra che sta volando verso la Champions. Gli innesti dovranno essere mirati e le cessioni fondamentali per muovere il mercato dal punto di vista numerico, non solo finanziario. Lo stop alle rose extra- large imporrà un’attenzione superiore rispetto al passato. Oggi la Lazio ha 29 giocatori in organico e si conoscono alcuni nomi che non rientravano nei piani l’estate scorsa: Konko, Ederson, Pereirinha. Paradossalmente potrebbero restare due giocatori che tra luglio e agosto riempivano le cronache del mercato: Onazi e Cavanda possiedono i requisiti per essere iscritti in quota “giovani” nella lista Uefa. Quanti più ne hai tra i titolari, tanto meglio riesci a organizzare la rosa.

DIFESA – Facendo i conti e dando per confermati quasi tutti i titolari di Pioli, oggi si possono ipotizzare due o tre acquisti dopo Hoedt e Morrison. La squadra in larga parte è già fatta. I casi da chiarire sono relativi a Radu e Marchetti, in scadenza 2016. Sono in bilico. Se non rinnoveranno, verranno ceduti e la Lazio prenderà un nuovo portiere e un altro terzino. Ovvio. Braafheid spera di prolungare, ma non ci sono certezze. Uno tra Cana e Novaretti potrebbe restare come quinto centrale. Per prendere un altro difensore dovrebbero partire tutti e due. Ma la Lazio, recuperando Gentiletti, considera a posto il reparto. La permanenza di De Vrij è scontata.

CENTROCAMPO – Possibili novità. Ledesma è in scadenza, avventura ai titoli di coda. Lulic prenderà in esame offerte, ha detto no al rinnovo, ma Pioli non ha intenzione di perderlo. Uno o due innesti sono previsti sulla linea mediana. Mauri rinnoverà il contratto e l’inglese Morrison diventerà la principale alternativa come trequartista. Si cerca un vice Biglia e se partirà Lulic un altro mediano.

ATTACCO – Djordjevic è il futuro. Un nuovo centravanti arriverà solo nel caso in cui Klose (sotto contratto sino al 2016) decidesse di smettere. Un posto può liberarlo Perea se andrà a fare esperienza in prestito. Il ds Tare cerca un esterno offensivo a sinistra da 4-2-3- 1. Candreva e Felipe Anderson sono i diamanti dell’attacco laziale. Keita è considerato una seconda punta da Pioli.

CORRIERE DELLO SPORT