La Uefa conferma: in caso di altri incidenti, Russia esclusa dal torneo. Mosca: non faremmo ricorso

UEFA_LOGO

La Russia sarà esclusa da Euro 2016 se si dovessero verificare nuovi incidenti: lo ha deciso la commissione disciplinare dell’Uefa, riunita oggi a Parigi che ha anche sanzionato la federcalcio russa con una multa di 150 mila euro. La decisione dell’Uefa arriva dopo l’apertura di un procedimento disciplinare per gli scontri avvenuti all’interno dello stadio Velodrome di Marsiglia durante la partita tra Russia e Inghilterra. «La squalifica della nazionale russa – si legge nel testo della sentenza – è sospesa fino alla fine del torneo. Ma tale sospensione sarà revocata se episodi uguali o di natura simile avverranno all’interno dello stadio in uno dei restanti partite della Russia ad Euro 2016».

La Commissione ha inoltre sanzionato la federcalcio russa di 150 mila euro «per disturbi della folla, uso di petardi e comportamenti razzisti». Domani la nazionale russa affronterà la Repubblica Slovacca alle 15 a Lilla. La Federcalcio russa non presenterà appello contro la sanzione di 150mila euro decisa dalla Uefa per i disordini a cui hanno preso parte anche tifosi russi nelle ore precedenti al match Inghilterra-Russia né contro la squalifica della nazionale con condizionale.

Lo ha detto il ministro dello Sport russo – e presidente della Lega Calcio – Vitali Mutko citato dalla Tass. Intanto, alcuni dei tifosi russi intercettati dalla gendarmeria stamattina a Mandelieu-la-Napoule, vicino a Cannes, saranno espulsi dalla Francia. Lo ha affermato la prefettura, citata da diversi media. I controlli d’identità non sono ancora terminati, hanno precisato le autorità, ma per alcuni hooligan è già stato deciso il trasferimento in un centro di detenzione in vista della loro espulsione.

Il Messaggero