La tagliola sulle riforme al Senato. Renzi: “Vado avanti”

MATTEO RENZI 7

Matteo Renzi va avanti e non molla sulle riforme, nonostante la giornata caldissima che si è consumata ieri al Senato, dove la capigruppo ha deciso per il contingentamento dei tempi con la tagliola scatenando l’ira delle opposizioni che hanno protestato sotto il Quirinale.

“Noi siamo contro la dittatura della maggioranza ma siamo anche contro la dittatura della minoranza. Io vado avanti, non mollo, le riforme le facciamo. Secondo lei mi faccio impaurire dalla minaccia di Scilipoti?”, ha detto Renzi, intervistato da Alan Friedman su La.

In Senato il voto sulle riforme avverrà entro l’8 agosto, i tempi saranno contingentati a causa del numero eccezionale di emendamenti, più di 7.800 presentati quasi tutti dalle opposizioni con intento ostruzionistico.

Sulle riforme costituzionali si farà comunque il referendum, ha scritto ieri su Twitter il ministro Maria Elena Boschi: “L’ultima parola sulle riforme sarà dei cittadini: referendum comunque!”.

TMNEWS