La Roma Primavera è campione d’Italia: Juventus battuta ai rigori

ROMA

REGGIO EMILIA – La Roma Primavera è campione d’Italia per l’ottava volta nella sua storia. C’erano voluti i rigori in semifinale per battere l’Inter, sempre i tiri dal dischetto hanno regalato stasera il titolo ai giallorossi, una gioia che mancava dalla stagione 2010/2011. La Juve si è dovuta arrendere 7-6, dopo che i tempi regolamentari erano finiti 1-1.

LA PARTITA – Apre le marcature un rigore trasformato da Kastanos, risponde in apertura di ripresa la Roma con la stella Ponce. I bianconeri colpiscono una traversa con Zappa. Poi nel finale viene annullato ingiustamente un gol a Spinozzi. Nei supplementari non cambia nulla e quindi si va ai rigori. Crisanto para a Vadalà, Marchizza ha sul piede la palla dello scudetto ma fallisce. Si va ad oltranza. Crisanto, ancora una volta eroe dopo la partita con l’Inter, devia il penalty di Favilli e Grossi completa l’opera. Può partire la festa giallorossa.

CORRIEREDELLOSPORT.IT