La Roma ora ci vede meglio

Roberto Renga

Undici punti che possono diventare otto. Il Parma visto contro la Lazio è avversario decisamente abbordabile. Soprattutto da parte di una squadra che ha una grande opportunità e cercherà in ogni modo di sfruttarla.
Ma una volta a otto (che poi, visto il tre a zero di Torino, sono otto e mezzo), che può succedere? Che cosa può dare linfa e speranza alla Roma?

Solo un crollo fisico della Juventus, attesa adesso da altre partite di Europa League e da affrontare con una rosa che tanto vasta poi non è. Può una squadra considerata sino all’altro giorno imbattibile, finire sotto il letto?
Teniamo in piedi l’interrogativo anche per tenere in piedi il campionato. Garcia, per esempio, ci crede. E non diteci che il tecnico è uomo di parte: lo sappiamo.