La Roma batte la Fiorentina e conquista la vetta

ROMA  ATALANTA

Roma prima, Fiorentina seconda. Al Franchi si rovescia la classifica, i giallorossi vincono 2-1 e si prendono la vetta scavalcando i viola (+2), ora a pari merito con l’Inter. Garcia schiera un 4-2-3-1 tutt’altro che offensivo, in fase difensiva sono in sei a comporre la linea, con i due esterni d’attacco Salah e Gervinho che si sacrificano molto. In mezzo si rivede Dzeko, che ogni tanto fa respirare l’egiziano dando una mano dietro. Ѐ una Roma accorta e micidiale nelle ripartenze. Al 6’ è l’ex di turno a trovare il vantaggio: Nainggolan recupera un pallone, lascia a Salah, che scambia con Pjanic e poi col sinistro mira il palo lontano e firma l’1-0. I fischi per l’ex Chelsea non possono che aumentare. Al 12’ Szczesny rischia grosso, blocca un lancio per Kalinic proprio al limite dell’area, tra le proteste dei viola che chiedevano almeno il giallo. Al quarto d’ora Kalinic prova un pallonetto che scavalca la difesa (Rudiger sbaglia il fuorigioco), ma anche la porta. Occasione sciupata. Al 34’ sono i giallorossi a raddoppiare su un contropiede che parte dagli sviluppi di un calcio d’angolo per i padroni di casa: De Rossi ruba palla, Florenzi innesca Gervinho, che si fa mezzo campo di corsa ed egoisticamente non serve l’accorrente Salah, ma non fa rimpiangere la sua scelta perché sigla il 2-0. De Rossi si fa male, l’infortunio muscolare che l’aveva messo in dubbio alla vigilia si fa risentire e deve entrare Vainqueuer. Al 41’ Vecino tenta il destro da fuori e impegna per la prima volta Szczesny in una bellissima parata.

Nella ripresa è ancora la Roma a rendersi pericolosa, Dzeko sfrutta un errore di Astori e regala palla a Gervinho, che centra il portiere, poi Pjanic calcia a porta spalancata, ma Bernardeschi sulla linea fa muro e salva. Il nazionale under 21 fa meglio da difensore, perché davanti si fa imbambolare da Szczesny e sbaglia clamorosamente il gol che poteva riaprire la gara. Così come Dzeko poco dopo, il pallone passa dalle sue parti, ha la chance di chiudere la partita, ma non ci crede. L’ingresso di Giuseppe Rossi sposta gli equilibri, l’attaccante viola riesce anche a trovare il gol, annullato per fuorigioco di Kalinic, che poi si divora una rete incredibile. Salah rovina la sua prestazione con un rosso al 42’ del secondo tempo: prima fa fallo su Roncaglia, poi un gesto che l’arbitro non gradisce e nel giro di pochi secondi estrae due gialli e lo caccia davanti al suo ex pubblico. Il 2-1 arriva a tempo scaduto, Babacar mette dentro il gol della bandiera e l’arbitro fischia la fine del match. La Roma ha sofferto tanto alla fine, ma ha portato a casa i tre punti più importanti di questa stagione, quelli che la rendono prima, da sola, in testa alla classifica di Serie A.

IL TEMPO