La ricetta del Cav contro la disoccupazione: “Zero tasse per chi assume i giovani”L’attacco alle politiche economiche del governo arriva dai microfoni di Studio Aperto.

BERLUSCONI

L’attacco alle politiche economiche del governo arriva dai microfoni di Studio ApertoNel giorno della Festa dei Lavoratori, Silvio Berlusconi prende di mira le molte parole e i pochi provvedimenti dell’esecutivo guidato da Matteo Renzi. “È il Primo Maggio e la sinistra cosa fa?” esordisce il leader di Forza Italia. Poi parte con la ricetta di centrodestra per debellare la disoccupazione incentivando le imprese ad assumere, l’esatto opposto – sottolinea il Cavaliere – di quello che fa il governo: “Solo con la diminuzione delle tasse alle famiglie aumentano i consumi e i posti di lavoro. E Renziche cosa fa? Aumenta le tasse sulle case e sui risparmi ed esclude artigiani e piccole e medie imprese dalla sua politica economica”.

Un attacco frontale al premier, già accusato nei giorni scorsi di essere “un simpatico tassatore” nel solco della tradizione dei presidenti del Consiglio di sinistra. “La nostra ricetta per lo sviluppo – spiega Berlusconi, – è la detassazione totale delle nuove assunzioni. Zero tasse e zero contributi per chi assume giovani, disoccupati e cassa integrati”.

IL GIORNALE