La nuova difesa «mondiale» di Pioli

PIOLI_LAZIO

Restyling completato, si riparte dalla difesa. Per l’esordio casalingo contro il Cesena, la Lazio di Pioli si rifà il look.

Reparto nuovo di zecca e quattro modifiche rispetto alla scorsa stagione, tanta curiosità, forza fisica e velocità al servizio della squadra. Non ci sarà Stefan Radu, difficilmente riuscirà a recuperare, è alle prese con un problema muscolare. Ecco dunque la prima novità: al suo posto – sulla fascia mancina – agirà probabilmente Edson Braafheid, alternativa principale al romeno.

È arrivato a luglio, ha superato una lunga serie di provini, ha convinto società e staff tecnico e firmato un contratto di 1 anno a 500 mila euro. È reduce da un’annata sfortunata all’Hoffenheim, si tratta di una vera scommessa, ma il curriculum parla chiaro: Bayern Monaco, Celtic, Twente e un discreto score con la Nazionale olandese (ha partecipato alla finale di Euro2010 contro la Spagna). Una buona tecnica di base, forse da rivedere in fase difensiva, un mancino naturale in grado di muoversi con ottimi risultati anche in avanti. Pioli lo ha provato, ha sfruttato la sosta per testarlo con continuità, è pronto a lanciarlo dall’inizio contro il Cesena, ha ricevuto risposte positive.

Al centro della retroguardia si muoverà invece De Vrij (in gol contro la Repubblica Ceca), saprà finalmente con chi parlare la stessa lingua, al suo fianco spazio a Santiago Gentiletti: l’ex San Lorenzo non vede l’ora di scendere in campo, l’esordio s’avvicina e le motivazioni non mancano. In queste settimane si è allenato duramente, ha lavorato con attenzione e spazzato via qualsiasi dubbio sulle sue qualità, c’è tanta attesa e curiosità di vederlo all’opera.

Sulla destra seconda gara consecutiva per Dusan Basta, arrivato in estate dall’Udinese per strappare definitivamente il posto a Konko. Altre indicazioni di formazione: a centrocampo sicuri del posto Parolo (ieri non si allenato ma non c’è allarme) e Lulic. In cabina di regia il ballottaggio è sempre lo stesso: Biglia o Ledesma? Pioli deciderà all’ultimo. In attacco Candreva e Keita sugli esterni, Klose e Djordjevic (favorito) si giocano il posto al centro.

In porta ci sarà con tutta probabilità Federico Marchetti: il portiere ha smaltito la distrazione muscolare, si allena regolarmente da una settimana, ci sono ottime chance di rivederlo finalmente tra i titolari. E intanto oggi rientrerà Onazi dalla Nazionale, sarà in gruppo da domani. Infortunati: out Gonzalez per una lesione al polpaccio. Ederson continua ad allenarsi da solo.

IL TEMPO