La ‘ndrangheta controllava le scommesse on line: 41 arresti, sequestrati beni e società per 2 miliardi di euro

scommesse_online

La ‘ndrangheta controllava un enorme giro di scommesse on line secondo quanto emerge da un’indagine della Procura di Reggio Calabria che ha portato all’arresto di 41 persone e al sequestro di società italiane ed estere per un valore di 2 miliardi di euro. I provvedimenti sono stati eseguiti dai Comandi provinciali dei Carabinieri e della Guardia di finanza, della Squadra Mobile della Polizia di Stato e della Dia di Reggio Calabria assieme allo Scico e al Nucleo speciale Frodi tecnologiche di Roma della Guardia di finanza, in varie città d’Italia.

Per 28 indagati e’ stata disposta la custodia cautelare in carcere, Per 13 gli arresti domiciliari. Notificati anche 5 divieti di dimora e 5 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. Sono state sequestrate 11 societa’ estere e 45 italiane operanti nel settore dei giochi e delle scommesse, oltre 1.500 punti commerciali per la raccolta di giocate e svariati immobili. Oscurati 82 siti nazionali e internazionali di “gambling on line”.

LA REPUBBLICA