La Lazio riprende fiato. Pioli pensa a Radu centrale difensivo

RADU

Ancora una volta il Sassuolo scrive il destino della Lazio, che riprende fiato e fiducia. La vittoria con gli emiliani arriva proprio prima della sosta, secondo successo consecutivo (per la prima volta in stagione) e ora due settimane per recuperare forze e infortunati. L’emergenza difesa spaventa ancora Pioli, con l’assenza di Gentiletti e la squalifica per Cana dopo il rosso di domenica. Si temeva anche per Novaretti, ieri a sorpresa indisponibile per un problema al menisco. Oggi i controlli in Paideia hanno scongiurato il rischio di un intervento chirurgico al ginocchio: «Grazie a Dio non devo operarmi», ha detto sollevato il difensore argentino. Per la sfida con la Fiorentina, il 19 ottobre, il tecnico biancoceleste dovrebbe comunque recuperare Radu, ai box da un po’ per una lesione al polpaccio. L’idea di rispolverare il romeno da centrale di difesa stuzzica Pioli, potrebbe essere la soluzione con i viola. Non ce la farà comunque Basta, ha forzato il recupero dopo la partita con l’Udinese, ha riportato una lesione al polpaccio e ne avrà fino a Lazio-Torino del 26 ottobre. Sperano invece di lasciare l’infermeria anche Cataldi (elongazione all’adduttore), Biglia (contusione al piede) e Gonzalez (lesione al polpaccio). Il tecnico di Parma ha concesso due giorni di riposo ai biancocelesti, la ripresa è fissata per mercoledì, ha già salutato i giocatori convocati dalle proprie nazionali: Candreva, Parolo, Berisha, Cana, Onazi, De Vrij, Lulic e Djordjevic.

IL TEMPO