La Lazio riparte da Anderson

ANDERSON_PIOLI

È l’unico big destinato a restare, lo ha ribadito più volte, ha sposato il progetto Lazio e non ha intenzione di andar via. Felipe Anderson sogna il riscatto, ha vissuto una stagione complicata, ha spazzato via l’interesse del Manchester United. A giugno, molto probabilmente, non partirà, resterà a Roma almeno un altro anno e proverà a tornare il fenomeno intravisto nel 2015: «Ogni volta che si avvicina il mercato si parla molto del mio futuro – ha spiegato il brasiliano in patria – sono due anni che il mio nome è accostato a diversi club europei. Continuo a lavorare e a pensare solo alla Lazio, altrimenti rischio solo di distrarmi. Il mio obiettivo è quello di fare bene nella Capitale, voglio mostrare il mio potenziale. Il Manchester? Lo scorso anno è arrivata un’offerta, così come ha confermato anche la società. Che però ha preferito tenermi per fare una grande stagione. Purtroppo abbiamo fallito l’obiettivo, ma stiamo continuando a lavorare sodo. Vedremo cosa ci riserverà il futuro».

Felipe è impegnato in questi giorni con la Selezione Olimpica del Brasile, ieri ha affrontato la Nigeria in amichevole, scalpita per il grande salto: «C’è tanta concorrenza per le prossime Olimpiadi, tutti i giocatori vorrebbero giocare questo importante torneo, ma non sarà così semplice. Solo qualcuno ha il posto assicurato. Il Brasile ha una rosa piena di ragazzi di grande qualità, ogni anno emergono tanti nuovi talenti. Non ti puoi fermare nemmeno un minuto se vuoi far avverare il sogno di far parte di questa squadra. Il mio ruolo? Alla Lazio il mister mi chiede di correre più veloce possibile, di spingere in attacco e di sfidare gli avversari nell’uno contro uno».

Felipe Anderson rimarrà, tanti altri andranno via. Il destino di Keita e Candreva è già segnato, saluteranno la Lazio a fine stagione, lo hanno già comunicato al presidente Lotito. Il giovane senegalese piace in Premier, mentre l’esterno romano interessa a Milan e Inter.

Da valutare il futuro di Biglia, capitano e leader del gruppo: il club proverà a trattenerlo, ma non sarà facile, il Real Madrid potrebbe tornare alla carica. Saluteranno a parametro zero Klose, Mauri, Braafheid e forse Konko (dovrà decidere se accettare o meno la proposta di rinnovo).

In partenza anche Mauricio, Gentiletti e Onazi. Matri rientrerà al Milan, in bilico c’è pure Djordjevic. Berisha andrà via per giocare con continuità.

IL TEMPO