La Lazio rialza la testa, l’Inter va ko

Lazio vs Chievo Verona - Serie A Tim 2013/2014

Bastano un gol dell’evergreen Klose in apertura di gara e un rigore nel finale di Candreva per decidere il posticipo serale tra Lazio e Inter all’Olimpico. Finisce 2-0 per i padroni di casa, reduci da due sconfitte consecutive: per l’Inter nuova battuta d’arresto e occasione sprecata per blindare il quarto posto.

Nelle formazioni iniziali Simone Inzaghi schiera il tridente Candreva-Klose-Keita, mentre nei nerazzurri Icardi è supportato dal trio balcanico Brozovic-Jovetic-Perisic. Nei primi minuti ci prova Jovetic dala distanza, ma all’8’ arriva il gol partita: uno-due tra Lulic e Klose, poi il tedesco fredda Handanovic con un tocco sotto. Nei minuti successivi si fa vedere Candreva sulla fascia, con Nagatomo in difficoltà. Poco prima della mezz’ora Marchetti chiude bene sul tocco ravvincinato di Jovetic, mentre al 28’ è Keita a spaventare Handanovic con un tiro potente dalla sinistra: palla in angolo. Nel finale di tempo non mancano i suggerimenti per Perisic, che appare sempre in leggero ritardo sugli inviti dei compagni. Allo scadere Kondogbia entra in area, ma viene murato da Gentiletti in scivolata.

Nella ripresa subito Brozovic cerca Icardi, ma l’argentino non ci arriva. Al 51’ ci prova Jovetic con un pallonetto: Marchetti blocca senza difficoltà. Al 56’ uscita rischiosa per Handanovic, che anticipa Candreva quasi sulla trequarti campo. Al 63’ azione personale ancora di uno scatenato Jovetic, che entra in area a di forza prova un sinistro: Marchetti devia in angolo. Nei nerazzurri ci provano gli esterni (in campo anche Biabiany), mentre la squadra di Inzaghi, che si gioca la riconferma per l’anno prossimo, tenta di addormentare il gioco. Al 71’ chance da corner per l’Inter: spizzata di Icardi, Jovetic non ci arriva per pochissimo. Applausi per Klose all’Olimpico: fuori il panzer tedesco, dentro Mauri.

Al 76’ punizione di Perisic dai 25 metri con il portiere biancoceleste che respinge. All’83’ l’episodio che di fatto chiude la gara: Murillo atterra Keita in area e viene espulso per doppio giallo. Candreva dal dischetto batte Handanovic: l’esterno della Nazionale si becca anche il giallo per essersi tolto la maglia nell’esultanza dopo il gol. Nel finale ancora sicuro Marchetti su Perisic. I biancocelesti salgono a quota 51 punti (a -4 dal Sassuolo), mentre la squadra di Mancini, confusa in campo oggi, rimane quarta a 64 lunghezze.

La Stampa