La Juve va sotto poi rimonta. Scudetto ad un passo.

juve tevez

la Juve vince anche col Sassuolo e ipoteca lo scudetto. Il titolo potrebbe arrivare già lunedì contro l’Atalanta in casa o addirittura domenica se la Roma non riuscisse a battere il Catania al Massimino. Stasera al Mapei Stadium di Reggio Emilia però, i bianconeri hanno dovuto faticare per portare a casa la vittoria. Il Sassuolo è stato squadra ostica e la Juve all’inizio sembrava non essere scesa in campo. Al secondo minuto, quasi per ricordare Lisbona, Sansone ha una grande occasione per portare in vantaggio i padroni di casa, sinistro uscito largo. Il goal però tarda solo altri sette minuti: vantaggio neroverde con un bel sinistro in diagonale di Zaza. La paura dei bianconeri, oggi in gialloblù, dura però lo spazio di 35′, fino a quando cioè il solito Carlos Tevez prende palla al limite e scarica in rete. Il primo tempo termina con i padroni di casa in vantaggio per numero di occasioni e calci d’angolo. La ripresa si apre con un altro tentativo di Sansone, poi però Pirlo telecomanda in mezzo per Marchisio che al volo fa 2-1.  Il Sassuolo non esce dal campo, ma la Juve non lascia più la scena. Troppo tardi. Tevez colpisce la traversa, Llorente segna ancora, di tacco, su assist di Lichtsteiner. C’è tempo per l’ennesima buona notizia per Conte: si rivede in campo Vidal. La festa Juve di giornata è completa, a quella definitiva manca sempre meno.