La Juve gioca in casa

JUVENTUS

Che spettacolo! L’ aria é pregna di una buona atmosfera particolare. La Juve gioca in casa.

Allo Juventus Stadium si celebra l’ ennesima manifestazione collettiva di gioia, l’ essere insieme, alla ricerca di un momento diverso, sperando nei propri ‘eroi’ e nella fortuna di chi si sente forte a discapito di tutto e tutti.

Da Roma sono partito per vivere questa emozione, irripetibile.

Quasi non li capisco  questi  Piemontesi, parlano strano, ma la mia voglia prevarica ogni ostacolo e l’ accomodarmi in tribuna mi ripaga di ogni sacrificio.

Io che a 18 anni ( e ora che ne ho molti di più ), partivo solo soletto per andare a vedere il derby; sono sempre affascinato dalla ‘Vecchia Signora’, un affare di cuore e fede.

Ora , nel nuovo stadio, con alle spalle la visione delle Alpi bianche e rosee, maestose e superbe come le prospettive che si presentano ai colori bianco nero, il mio cuore trova pace e serenità, nonostante il periodo buio che stiamo vivendo e questo per me è di grande sfogo, pensando comunque alla gran fortuna che ho rispetto a molte altre persone.

Non sono un fanatico, non sono un ultrà ed ora che che ho maggiori opportunità, ne approfitto sportivamente.

Quest’ anno celebreremo il nostro trentaduesimo  scudetto a discapito di tutti e forse ci sarà qualche altra soddisfazione…..!

Onore alla Roma, autrice di uno splendido campionato e che in avvenire farà parlare di se, ma che per ora si dovrà accontentare.

Vedo e sento molta acredine verso la Juventus, perché? Lo so! Lei è amata o profondamente odiata. Mi si creda, gli errori arbitrali ci sono stati e sempre ci saranno e se da una parte vengono favoriti inconsapevolmente, dall’ altra gli vengono  negati.

Non credo alla malafede di chi dirige gli incontri.

Insieme a Milan e Inter , la Juventus ha fatto la storia del calcio Italiano, dando lustro e onore ai nostri colori nel mondo e il mio orgoglio ne è fiero e non capisco il disfattismo di molti che negano l’ evidenza di cio’.

Concludo scrivendo che ha ampio rispetto chi non la pensa come me; la fede è un ideale che è un bene prezioso e ormai desuedo e che bisognerebbe avere non solo per il calcio ma per cose che nella vita hanno maggior priorità nei fatti di tutti i giorni.

Giuseppe PATTI