La Juve fa 13, anche Genoa ko

massimilianoallegri

Torino – Solida ma senza brillare, la Juve batte il Genoa 1-0, centra la 13esima vittoria di fila (Allegri supera la striscia record di Conte) e resta a -2 dal Napoli. Decide un’autorete di De Maio dopo un’invenzione di Cuadrado, il migliore dei suoi. Allegri perde Sturaro in extremis e si affida a Padoin, Cuadrado ed Evra danno il cambio a Lichtsteiner e Alex Sandro mentre Caceres gioca al posto di Chiellini. Davanti Morata e Dybala. Per Gasperini 3-5-2 speculare, subito Gabriel Silva a sinistra e davanti Cerci con Pavoletti. Dopo un avvio coraggioso dei rossoblu’, la Juve prende in mano il pallino del gioco ma senza affondare il colpo. Al 13′ guizzo di Dybala, con un sinistro che sfiora il palo, ma il Genoa si difende bene e arriva anche al tiro da fuori con Dzemaili. Bianconeri in difficolta’: pochi spazi, poco movimento e tanti errori. Il Grifone va prendendo coraggio ma alla mezz’ora si accende Cuadrado: numero sulla destra e palla in mezzo, deviazione di De Maio che beffa Perin. Nel finale di primo tempo fuori Evra per un problema muscolare e dentro Alex Sandro.Ripresa che vede i rossoblu’ impegnare Buffon con Cerci, segnale di un Genoa in campo con maggiore determinazione. Entrano Zaza per Morata e Suso per Cerci e l’ex Sassuolo spreca subito la chance del 2-0 a tu per tu con Perin. Gasperini torna al 3-4-3 con Capel per Ntcham mentre Allegri perde anche Caceres (uruguaiano in lacrime, tocca a Rugani). La partita resta bruttina, l’intensita’ e’ buona ma occasioni zero. Nei rossoblu’ entra anche Matavz, nel recupero viene espulso Zaza per un’entrataccia su Izzo ma il muro bianconero resta insormontabile.

AGI