La Juve affonda la Fiorentina, scudetto ad un punto

TEVEZ_JUV_FIO

Un grande Tevez autore di una doppietta trascina la Juve nel 3-2 con cui i bianconeri affossano la Fiorentina allo Stadium. Voleva la vittoria Massimiliano Allegri ed è arrivata, ma con grande sofferenza.

Nel primo tempo fino alla mezz’ora partita giocata a ritmo blando dalle due formazioni con una leggera prevalenza dei viola. Anche il pubblico ha seguito piuttosto silenzioso la gara. Al 32mo si accendono gli animi. Prima un calcio di rigore decretato da Banti per un atterramento in area di Joaquin. Penalty trasformato da Gonzalo Rodriguez. Passano tre minuti e la Juve pareggia i conti. Sturaro è atterrato fuori dall’area da Neto che viene ammonito. Batte Pirlo e Llorente la mette dentro di testa. Allo scadere il vantaggio bianconero. Cross di Evra a centro area. Tevez colpisce di testa e beffa Neto.

Ripresa sulla falsariga del primo tempo. Fiorentina avanti e Juve coperta con veloci contropiede. Al 65’ la squadra di Montella ha l’occasione per pareggiare. Ancora un rigore e ancora Joaquin atterrato in area, questa volta da Chiellini. Gonzalo Rodriguez tira fuori. Gol sbagliato, gol subito, e così accade: scatto potente di Tevez sulla tre quarti e appena entrato in area l’Apache trafigge Neto. Partita chiusa. La Fiorentina si butta in avanti, serie di cambi. Allegri si copre: dentro Ogbonna e Padoin per Sturaro e Pereyra. Ma all’89’ Il nuovo entrato Ilicic fa il “Pirlo” e con una magia infila l’incrocio dei pali. Finisce 3-2, alla Juve manca un punto per lo scudetto. Sabato a Genova non ci saranno i tifosi per il divieto del giudice sportivo dopo i fatti del derby.

LA STAMPA