La Bce boccia la riapertura della Borsa di Atene, slittano i colloqui

bce

La Borsa di Atene resta chiusa. Così vuole la Bce, che ha respinto la proposta delle autorità greche di riaprire il mercato finanziario senza restrizioni per I TRADER greci e stranieri. Ora si aspetta un decreto del ministro delle Finanze per introdurre restrizioni ed è improbabile che gli scambi possano riprendere già domani.
Slitta l’apertura della Borsa e continuano a slittare i negoziati. Nonostante la fretta di chiudere entro il 20 agosto espressa dallo stesso premier greco Alexis Tsipras, i colloqui tra Atene e creditori continuano a subire qualche ritardo. Ufficialmente per questioni di carattere organizzativo ma non mancano i dubbi su possibili problemi politici che continuerebbero a far slittare la partenza ufficiale dei negoziati. La trattativa mira a portare nelle casse di Atene un nuovo piano da 86 miliardi prima del 20 agosto, giorno in cui Atene deve rimborsare alla Banca centrale europea 3,2 miliardi di euro. E’ stato lo stesso ministero delle Finanze greco a far sapere che i colloqui con la ex troika partiranno martedì mentre nella CAPITALE stanno arrivando in queste ore i tecnici delle tre istituzioni (Bce, Fmi ed Esm), con i capi missione attesi per giovedì.

Corriere della Sera