Kabul, camion bomba contro compound militare

Kabul

Una forte esplosione ha scosso ieri sera la capitale dell’Afghanistan, Kabul. Testimoni dicono che la deflagrazione è avvenuta alle ore 1,25 locali (22,55 italiane). I social media aggiungono che l’elettricità è stata interrotta in alcune parti delle città poco prima dell’esplosione.

La forte esplosione sarebbe stata causata da un camion bomba contro il Northgate hotel, un compound con sorveglianza armata dove risiedono civili e militari stranieri situato alla periferia della capitale afghana sulla strada per l’aeroporto. Secondo un’emittente afghana c’erano diversi uomini armati in azione nei pressi dell’hotel. La conferma che si sia trattato di un attentato è venuta dalle forze di sicurezza afghane che però hanno negato che nell’esplosione ci siano state vittime tra i militari ospitati nella struttura.. La zona del Northgate hotel è stata isolata dai militari.

Nella notte è poi scattato un intervento militare nella zona del Northgate Hotel a Kabul, contro gli uomini armati che si trovavano dentro e nei pressi del compound per stranieri contro il quale è stato lanciato un camion bomba. Sul posto sono intervenute, oltre alle forze di sicurezza afghane, anche forze speciali straniere. E fino all’alba ci sono stati scambi di colpi di arma da fuoco tra i militari e il gruppo di terroristi che si erano asserragliati all’interno del compound. Tre di questi sono stati uccisi, non si sa ancora se ce ne siano altri fuggitivi, ma le autorità afghane hanno comunicato che l’operazione per mettere in sicurezza la zona si è conclusa, facendo capire che non ci sarebbero altri componenti del commando ancora nascosti. Sempre secondo le forze di sicurezza, uno degli attentatori è morto in seguito all’esplosione del camion-bomba, altri due sono stati uccisi nello scontro a fuoco con i militari. Un poliziotto intervenuto insieme alle forze speciali, però, è stato ucciso dal fuoco dei talebani asserragliati.

I talebani hanno rivendicato l’attacco contro il Northgate Hotel a Kabul, affermando che si tratta “di un posto di lusso per stranieri, e l’albergo si trovava lontano dalle case dei civili” e sostenendo di aver fatto decine di vittime, notizia che però è stata smentita dalle fonti della sicurezza afghana.

La corrente a Kabul è tornata pochi minuti dopo la forte esplosione. Su Twitter, dove si l’hashtag #kabulblast era tra i più seguiti, circolavano notizie contraddittorie secondo cui l’esplosione si sarebbe verificata non nei pressi del Northgate hotel, ma in un deposito di gas a due chilometri dalla capitale afghana in una zona in cui sono comunque anche basi militari.

La settimana scorsa sempre a Kabul
due kamikaze dell’Is hanno ucciso 80 persone e ferito 230 durante una manifestazione della comunità atzera che protestava per la mancanza di energia elettrica.

La Repubblica