Juventus, Vidal: il tesoro è in casa. La sua conferma vale come un colpo

vidal_juve_chelsea

Ci sono casi in cui una mancata partenza si trasforma in un affare. Per la Juventus la permanenza di Arturo Vidal – nonostante le sirene del Manchester United – vale quanto un botto di mercato. Arturo è un giocatore unico e difficile da rimpiazzare, perché pochi come lui sanno difendere e attaccare con la stessa abilità, per questo il vero colpo bianconero è stato non cedere uno dei pezzi pregiati della sua argenteria.

PARTENZA SPRINT — Arturo a Verona ha giocato 86 minuti, ha recuperato 7 palloni, verticalizzato 16 volte, creato tre occasioni, tirato tre volte e fatto 58 passaggi buoni. Ha colpito un palo e avrebbe potuto segnare due gol. Mica poco per uno che aveva giocato una sola volta negli ultimi due mesi. Fosse stato per lui sarebbe rimasto in campo fino all’ultimo secondo. Allegri avrebbe già voluto sostituirlo prima, ma lui non ha voluto. Re Arturo è fatto così: non si risparmia. Quando gioca dà tutto fino in fondo, anche quando non è al top. “Vidal va gestito”, ha detto l’allenatore, riferendosi all’operazione del 7 maggio per rimettere a posto il menisco laterale del ginocchio destro. Del resto la sua linfa è il carattere.

GAZZETTA DELLO SPORT