Juventus su Pastore ma il Benfica frena Luisao

Luisao061115

Il Benfica invia una lettera di diffida alla Juventus per bloccare i presunti contatti tra il club bianconero e il difensore Luisao . «Smettetela di trattare con l’agente del nostro tesserato altrimenti vi denunceremo alla Fifa». Sondaggio anche per Radamel Falcao , centravanti del Monaco. L’attaccante colombiano ha un contratto proibitivo, Marotta sogna in grande e prova a cercare l’affondo.

Nell’ultimo weekend gli emissari della Juve erano a Parigi per valutare la situazione di Lavezzi , in rotta coi dirigenti del Psg, mentre spunta il sogno Pastore . Intanto continua la ricerca di un centrale di difesa per sostituire l’infortunato Barzagli : sfumato Luisao per cause di forza maggiore, ora sarà costretta a rivolgersi altrove. Intanto i bianconeri pensano al rinnovo di Storari , corteggiato nelle ultime settimane dal Sassuolo. Il club del presidente Squinzi andrà su Consigli dell’Atalanta, mentre a Bergamo potrebbe arrivare Sorrentino dal Palermo.

Il Napoli in pressing su De Guzman , attaccante olandese del Villarreal. Anche l’Inter è a caccia di un centrale di difesa: Mazzarri vuole Rolando , Rolando vuole l’Inter. I nerazzurri ancora non hanno trovato l’accordo col Porto, in attesa di farlo devono cedere uno tra Campagnaro e Silvestre. Il Milan è pronto a sferrare l’assalto ad Alessio Cerci del Torino che chiede 20 milioni di euro per il cartellino dell’ex romanista. Nel mirino c’è anche Douglas Costa dello Shakhtar Donetsk, si punta al prestito oneroso mentre Taarabt resta una valida alternativa.

Il Cagliari cerca il centrocampista dello Sparta Praga Husbauer . Palermo e Samp si contendono il centrocampista Marrone della Juve, il Parma è pronto a formalizzare l’offerta per Lodi del Catania. Il Chievo pensa al centrocampista del Palermo Della Rocca . Il Verona va su Nico Lopez per sostituire Iturbe, gli scaligeri cercano anche il centrocampista del Napoli Donadel che è seguito con interesse da Atalanta e Sassuolo. L’Empoli ha chiesto Saponara al Milan.

IL TEMPO