Juventus-Borussia Dortmund, per la Champions le 48 ore di fuoco

JUVE_DORTMUND

Siamo al -1, non inteso come primo piano interrato, ma come i giorni che mancano al ritorno della Champions League a Torino con la super sfida tra la Juventus e ilBorussia Dortmund allo Stadium per gli ottavi di finale. Quarant’otto ore di fuoco separano le due squadre dal fischio d’inizio dell’arbitro spagnolo Antonio Mateu Lahoz, al debutto con i bianconeri. E se la tifoseria non sta più nella pelle affinché arrivi presto domani sera per godersi lo spettacolo in campo, ecco come la squadra di Max Allegri e quella di Jurgen Klopp vivono le ore che le separano dalla partita.

Vigilia di lavoro
La fase calda della vigilia inizia soltanto oggi pomeriggio per la Juventus: mattinata di relax, ognuno per i fatti suoi, e appuntamento alle 14.30 al centro sportivo di Vinovo per l’allenamento -mezz’ora dopo – agli ordini di Allegri. Si muoveranno, invece, prima i tedeschi che hanno il volo charter a mezzogiorno con decollo però dall’aeroporto di Colonia, che dista un centinaio di chilometri da Dortmund, e atterraggio a Caselle all’incirca un’ora dopo. Poi il tragitto verso l’albergo del centro, pranzo e riposo pomeridiano proprio mentre i rivali bianconeri faticano in campo. Il primo incrocio tra Allegri e Klopp nel tardo pomeriggio: alle 18, infatti, è programmata allo Stadium la conferenza stampa del tecnico della Juventus insieme con il capitano Gigi Buffon. Al termine, Allegri cederà il posto al “collega” giallonero che si presenterà davanti alla stampa insieme con un giocatore. Alle 19, il Borussia fa conoscenza dello Stadium con l’allenamento nella casa bianconera nel quale scoprirà le insidie del terreno. Poi tutti in ritiro: come sempre, la Juventus “emigra” a Leinì, nell’hinterland cittadino, location scelta da Conte per evitare la confusione di un hotel nel cuore di Torino e soprattutto l’assalto dei tifosi.

Concentrazione
Secondo la tabella di avvicinamento alla partita redatta da Allegri, domani mattina è prevista la consueta rifinitura allo Stadium durante la quale, eventualmente, il tecnico scioglierà gli ultimi dubbi di formazione. Per il resto, Juventus e Borussia si approcceranno alla sfida nello stesso modo: alla mezza il pranzo, poi i giocatori andranno in camera a riposarsi, nel pomeriggio la merenda dopodiché Allegri, come Klopp, raggrupperà la squadra per la riunione tecnica e per gli ultimi dettagli tecnico-tattici. Infine, poco prima delle 19 la partenza con il pullman verso lo Stadium: adrenalina a mille perché, in sfide come queste, le motivazioni non mancano, anzi c’è l’esigenza di stemperare la tensione per non arrivare troppo carichi all’appuntamento e rischiare di sgonfiarsi subito. Piuttosto, alla Juventus servirà grande attenzione per evitare di subire qualche gol in più rispetto al passato.