Juve, vertice di mercato: Sanchez resta in pole

sanchez_barcellona

Un lungo summit in sede. I vertici della Juventus hanno studiato le strategie di mercato a partire dalla questione attaccanti che sarà centrale per il mercato bianconero, considerate le sicure uscite di Quagliarella e Vucinic. Alexis Sanchez continua a essere il primo della lista bianconera per l’attacco: è il preferito di Conte e convince anche i dirigenti bianconeri. I 25 milioni richiesti dal Barcellona, tuttavia, non sono ritenuti il prezzo giusto dalla Juventus, ma la trattativa con i blaugrana continua. Marotta, forte del sì del giocatore, è convinto che un’offerta fra i 16 e 18 milioni, giocando come al solito con i bonus, possa essere soddisfacente per il Barcellona. Sarà un lungo assedio, senza che – per il momento – si vedano all’orizzonte delle altre pretendenti per Sanchez. Se continuasse così, la Juventus acquisirebbe sempre più forza, anche perché non sembra che il cileno faccia parte del progetto tecnico di Luis Enrique.

GLI ALTRI – La situazione di Morata e Drogba è in continua evoluzione. Fitto il dialogo con il Real per il giovane bomber, mentre l’ivoriano continua a essere sotto stressa osservazione. E la sua ultima prestazione in nazionale ha fatto evaporare i dubbi sorti sulle sue condizioni fisiche. Restano quelli sull’età (36) e, soprattutto, non cambiano le condizioni dettate dalla Juventus: un solo anno di contratto a 2,5 milioni, con eventuale opzione sul secondo, ma nessuna garanzia tecnica.

TUTTOSPORT