Juve, Supercoppa dei record. Notte e numeri da capogiro

Juventus players celebrate their win against SSC Napoli during their Italian Super Cup football match at China's National Stadium, also known as the 'Bird's Nest', in Beijing on August 11, 2012. Juventus beat Napoli 4-2. AFP PHOTO / Ed Jones        (Photo credit should read Ed Jones/AFP/GettyImages)

La Juventus si è aggiudicata la settima Supercoppa italiana Tim e questo è già un record: in Italia nessun’altra squadra era riuscita in questa impresa.Sul sito ufficiale della società bianconera sono stati messi in evidenza alcuni numeri impressionanti che sottolineano come i ragazzi di Allegri siano una macchina da record.

I TROFEI — Questo è l’ottavo successo, tra campionati e coppe, nell’era Conte-Allegri. Il tecnico livornese, inoltre, è il terzo allenatore a vincere la Supercoppa italiana con due squadre diverse, prima di lui c’erano riusciti solo Fabio Capello (Milan e Roma) e Rafa Benitez (Inter e Napoli). Per Allegri questo è il terzo trofeo in poco più di un anno solare.
QUINTO TRIS — Sono ben cinque le volte in cui la squadra bianconera vincitrice di campionato e Coppa Italia arriva poi ad aggiudicarsi anche la Supercoppa. La notte di Shanghai non ha voluto sottrarsi dal seguire questa abitudine. Anche stavolta a fare le spese di questo spettacolare ruolino è stata la Lazio.
LAZIO: INCUBO JUVE — La Juventus è imbattuta da 8 sfide con la Lazio e in cinque di queste ha fatto registrare la rete inviolata. Stefano Pioli non è ancora mai riuscito a battere la Juve nelle 11 occasioni che ha avuto a disposizione. L’attuale tecnico biancoceleste non è neanche mai riuscito a battere, fin qui, Massimiliano Allegri: i due si sono scontrati 11 volte, 8 delle quali sono finite con una vittoria di Max, le restanti tre sono terminate in pareggio.

ZERO TIRI — La Lazio è stata una delle squadre rivelazione dello scorso campionato. Sotto la guida di Pioli i biancocelesti hanno espresso uno dei migliori giochi della Serie A, facendo dell’elevato numero di occasioni da gol create una delle caratteristiche principali. Nonostante questo, nel corso della finale di Supercoppa, la Lazio non ha effettuato nessun tiro a porta per tutto il primo tempo. Anche questo non era mai accaduto.
ESORDIO VINCENTE — Era dal 2011/2012 con Arturo Vidal e Stephan Lichtsteiner che, nella prima partita ufficiale della Juve, non segnavano due esordienti bianconeri. Nella finale di Supercoppa i neoacquisti Mandzukic e Dybala sono andati subito a segno portando la loro squadra alla vittoria.
ETERNO BUFFON — Il capitano bianconero Gigi Buffon, con questa vittoria, raggiunge Dejan Stankovic a quota sei nella speciale classifica dei pluivittoriosi di questa competizione.

MADZUKIC RE DI SUPERCOPPA — Non poteva sperare in un esordio migliore Mario Mandzukic, o forse sì? L’attaccante, infatti, ha messo a segno un gol che lo fa entrare nell’Olimpo dei grandi della storia: ha segnato in tre Supercoppe di tre paesi diversi: Germania, Spagna e ora Italia. Inoltre, ogni volta che ha segnato, a fine partita ha anche alzato la coppa. I numeri della partita del bomber croato sono stati impressionanti: ha giocato 24 palloni, effettuato 9 i passaggi positivi, 2 tiri nello specchio, una sponda e un gol.

La Gazzetta dello Sport