Juve, senti Cavani: «Addio al Psg? Vedremo»

cavani

ROMA – «Il futuro? Non si sa mai». Edinson Cavani apre ad un possibile addio alla Francia a fine stagione. La sua avventura parigina è stata segnata più da amarezze che da gioie. Colpa di quel trasferimento dal Napoli pagato 64 milioni: un investimento da top player che ha minato le sicurezze dell’attaccante uruguaiano. Ai microfoni di Canal Plus, il Matador ha parlato del suo futuro restando sul vago circa la sua permanenza in Ligue 1: «Per ora penso solo a finire bene la stagione qui e a dare il mio meglio per il club che mi paga. Dico la verità, a Parigi sto bene ma nel calcio non si sa mai cosa può accadere in futuro».

«CON IBRA C’E’ RISPETTO» – L’attaccante ha poi parlato del suo complicato rapporto con Ibrahimovic: «C’è rispetto reciproco anche se non posso essere un amico di tutti. È faticoso dover rispondere sempre alla stessa domanda. Ognuno ha il proprio modo di vivere, ognuno si costruisce il proprio personaggio. Siamo calciatori che giocano per la stessa squadra e quando questo accade si deve sempre avere il rispetto reciproco. Ibra è un giocatore fondamentale per noi e sarà determinante in questo finale di stagione così difficile per noi. Le mie prestazioni? Ho attraversato momenti personali piuttosto difficili ma il club mi ha sempre protetto come i tifosi che non mi hanno mai fatto mancare il loro appoggio. Il mio futuro? Qui sto bene ma nel calcio non si sa mai…».

TUTTOSPORT