Juve-Napoli per la gloria

FINALE COPPA ITALIA 2014 FIORENTINA NAPOLI

La Juventus per il tris, il Napoli per lo sgambetto. Oggi pomeriggio a Doha (ore 18.30, diretta Rai 1) i campioni d’Italia e i vincitori dell’ultima Coppa nazionale si sfidano nella 27ª edizione della Supercoppa italiana.

La Juventus capolista solitaria in serie A – vincitrice delle ultime due edizioni della manifestazione e quest’anno a caccia del settimo trionfo per staccare il Milan, ora appaiato a quota sei titoli – parte con i favori del pronostico nonostante le raccomandazioni di rito del tecnico bianconero Massimiliano Allegri: «L’obiettivo è chiudere l’anno nel migliore dei modi, ma non sarà facile perché il Napoli ha qualità importanti ed è difficile da affrontare in una gara secca. Giocano con quattro uomini offensivi, sono organizzati e se trovano spazio sanno mettere in risalto le loro qualità. Per vincere servirà una partita di intensità e ben giocata tecnicamente». Come sempre Allegri si affida alla classe di Tevez («Non dipendiamo da lui, abbiamo vinto anche senza – ha sottolineato il tecnico – Avrebbe bisogno di una pausa, ma non è stanco») e allontana i discorsi sulla corsa scudetto con la Roma, rispedita sabato dal Milan a tre punti di distanza dalla vetta. «C’è ancora molta strada da fare e dovremo raccogliere tanti punti perché i giallorossi ci faranno pressione. Per noi era importante chiudere l’anno in testa, abbiamo una gara di vantaggio ma c’è ancora la sfida di ritorno da giocare».

Tornando alla Supercoppa e ricordando il precedente di due anni fa a Pechino, quando la Juventus alzò il trofeo al cielo tra le polemiche napoletane, la speranza è che oggi si sia uno spettacolo sportivo. «Contro la Juve è sempre una sfida particolare – ha osservato il numero uno del Napoli Aurelio De Laurentiis – Lotteremo per onorare una maglia e una città. Certo, adesso loro sono più forti però io me la gioco, ho fiducia nella squadra: vedremo un grande Napoli».

La pensa ugualmente Rafa Benitez: «La Juve è davanti in campionato – ha spiegato l’allenatore del Napoli – ma nella partita secca contano voglia di vincere, mentalità e intensità. Nella testa abbiamo solo questa partita, rispettiamo gli avversari ma conosciamo la nostra forza e vogliamo vincere perché per noi è una partita importante». Lo spagnolo rilancerà bomber Higuain, appannato nell’ultimo periodo e rilevato da un convincente Zapata nella gara vinta giovedì scorso contro il Parma. Alle spalle dell’argentino il tridente Callejon-Hamsik-Mertens con Inler ancora escluso in mediana e vicino all’addio. «Ho visto il gruppo carico e concentrato – ha dichiarato Maggio – Chi toglierei alla Juve? È difficile dirlo perché sono tutti decisivi, ma forse sceglierei Buffon. In ogni caso noi daremo il massimo perché vogliamo regalare questo trofeo ai nostri tifosi». Per il Napoli sarebbe la seconda Supercoppa: la prima è datata 1 novembre 1990, un netto 5-1 guarda caso alla Juve.

IL TEMPO