Juve, Khedira è il tuo portafortuna

MILAN, ITALY - MAY 16:  Andrea Barzagli of Juventus FC gestures during the Serie A match between FC Internazionale Milano and Juventus FC at Stadio Giuseppe Meazza on May 16, 2015 in Milan, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Prima la Fiorentina, ora la Lazio. Sami Khedira ci ha preso gusto a segnare e la Juventus non può fare altro che ringraziarlo, avendo vinto una gara ostica contro una squadra, quella biancocelesta, ben messa in campo da Simone Inzaghi, coraggioso nel cercare di fermare gli esterni e contenere le manovre offensive degli avversari. Al primo errore, però, il centrocampista tedesco ha trovato gol e vittoria, per la felicità di Massimiliano Allegri. In passato la sua forma fisica lo ha tradito un po’ di volte, tra flessori, adduttori e infortuni vari. Ma quando è in campo la Juventus non sbaglia una partita: l’ex Real Madrid è un vero e proprio amuleto per i bianconeri. Con lui in campo sono state vinte 21 partite su 22. L’unico stop – se proprio così vogliamo chiamarlo – è il pareggio contro l’Inter a San Siro (0-0). Ma a favore di Khedira ci sono altri due dati: in queste 22 gare la squadra di Allegri ha subito soltanto 10 gol. Infine, il tedesco ha partecipato attivamente a 5 gol (4 reti e un assist) nelle sue ultime 6 presenze nel nostro campionato. Alzi la mano chi non pensa che questi non siano numeri di un campione.

Segnale che Khedira riesce a essere decisivo sia in fase difensiva sia in quella offensiva. E’ un giocatore completo, con esperienza (161 presenze e 9 gol col Real Madrid; 65 presenze e 5 reti con la Germania, con la quale ha vinto il Mondiale 2014) e l’anno scorso la Juventus ha fatto un vero e proprio capolavoro di mercato a prenderlo a parametro zero. Perché al di là dei suoi tanti acciacchi fisici, Khedira fin da subito è diventato, in campo e nello spogliatoio, protagonista di questa Juve. Allegri lo sa, ne conosce il vale e si coccola il suo amuleto. Adesso il tecnico bianconero ha tutto il tempo per preparare le gare di settembre: ci sarà la Champions League e chissà se il portafortuna Khedira funzionerà anche al di là delle Alpi, in Europa. Perché se l’obiettivo dei bianconeri è il sesto scudetto di fila, nessuno a Vinovo perde di vista il trono continentale.

LE STATISTICHE18 vittorie bianconere e 6 pareggi nelle ultime 24 partite di A contro la Lazio
In particolare, la Juve ha vinto gli ultimi 5 match di Serie A contro la Lazio senza subire alcun gol (11 quelli segnati)
La Juventus ha vinto 28 delle ultime 30 partite disputate in Serie A (un pareggio, una sconfitta)
Khedira ha partecipato attivamente a 5 gol (4 reti, un assist) nelle sue ultime 6 presenze in Serie A
La Juventus ha vinto 21 delle 22 partite di Serie A con Khedira in campo (un pareggio, lo 0-0 a San Siro con l’Inter). E in queste 22 partite la Juventus ha subito solo 10 reti
Nelle ultime 16 gare di Serie A giocate la Juventus ha sempre concesso almeno un tiro nello specchio agli avversari
La Lazio ha effettuato il suo primo tiro nello specchio del match al minuto 86
Era da febbraio contro la Juventus che Higuain non chiudeva un match di Serie A senza alcun tiro nello specchio
11 possessi guadagnati per Benatia, più di tutti nel match, suo secondo miglior risultato in A dopo Fiorentna-Udinese (14 recuperi) del febbraio 2012

TGCOM