Juve, blitz a Barcellona. Asamoah è a posto

ASAMOAH

Dopo la “capatina” di Arturo Vidal a Barcellona – allo scopo di verificare e possibilmente accertare il pieno recupero dall’operazione subita al ginocchio alla fine della scorsa stagione – è venuto il turno di Kwadwo Asamoah. Pure lui accompagnato nella metropoli catalana dal medico bianconero Andrea Causarano, pure lui oggetto di specifica e specialistica osservazione da parte del noto luminare Ramon Cugat. A preoccupare lo staff medico juventino, puntigliosamente desideroso d’un confronto, erano le condizioni del ginocchio del ghanese a seguito dell’acutizzarsi dell’infiammazione rimediata durante la trasferta ad Empoli. Il professore spagnolo, peraltro, conosce già bene l’esterno bianconero, visto che lo aveva operato al ginocchio sinistro nell’estate del 2009 (una artroscopia per la regolarizzazione del menisco mediale). Ebbene, il responso del recente blitz in Spagna induce all’ottimismo. Non sono state riscontrate particolari complicanze, pertanto il ghanese potrà continuare a seguire l’originario programma di riabilitazione. Vale a dire: una ulteriore settimana di lavori a parte, poi il reinserimento in gruppo e – se tutto andrà come si auspica – la possibilità di esser della partita già sabato 22 novembre, alla ripresa, nella trasferta contro la Lazio.

TUTTOSPORT