Juve, ansia per Caceres ma con il Cesena c’è Vidal

vidal_juve_chelsea

San Siro è il passato, ora c’è il Cesena bisognoso di punti da ammansire, per evitare spiacevoli sorprese. Mercoledì allo Stadium la Juve va a caccia del quarto successo di fila in campionato: sarebbe l’undicesimo consecutivo, considerando il filotto inaugurato la scorsa stagione a inizio aprile. Per l’occasione Massimiliano Allegri può optare per un probabile turnover, tra scelte obbligate e opzioni frutto di lunghi ragionamenti.

L’ANGELO PRONTO – Martin Caceres, intanto, a meno di un recupero lampo dovrebbe saltare il match: l’uruguaiano si sottoporrà agli accertamenti del caso dopo il problema muscolare al bicipite femorale della coscia sinistra che l’ha costretto ad abbandonare i compagni al 35’ del primo tempo di Milan-Juve, sabato sera. Lo staff medico bianconero non vuole sbilanciarsi, ma il fatto che il difensore si sia arreso non sembra un buon segno: il rischio è lo stiramento, che costringerebbe Caceres a star fermo per 15 giorni, saltando dunque i match contro Cesena, Atalanta ed Atletico Madrid. Per la sfida casalinga del 5 ottobre contro la Roma, invece, il sudamericano potrebbe rientrare, anche se in quel caso si adatterebbe al ruolo di vice-Barzagli, col toscano rientrato a pieno regime, al pari di Andrea Pirlo: entrambi, infatti, “vedono” la trasferta in terra di Spagna quale obiettivo comune.

LE OPZIONI – Contro il Cesena, invece, si va verso la conferma del trio difensivo Ogbonna-Bonucci-Chiellini, che per oltre 65 minuti ha respinto i pochi assalti milanisti di sabato sera, con l’ex Toro che pur in una posizione poco congeniale ha l’occasione di accumulare minutaggio e ulteriore esperienza con la maglia bianconera. A centrocampo è previsto un discreto uso del turnover, con lo spompato Stephan Lichtsteiner sostituito da Romulo e Patrice Evra candidato a rimpiazzare Kwadwo Asamoah, preservato in vista di sfide più dure. Arturo Vidal, tornato in campo a San Siro al posto di un buonissimo Roberto Pereyra, sarà probabilmente schierato da interno destro fin dall’inizio contro il Cesena, mentre a Claudio Marchisio e Paul Pogba sarà chiesto un supplemento di fatica, tecnica e qualità. In attacco, invece, prende quota l’opzione legata a Kingsley Coman, mai più schierato titolare dopo l’exploit di Verona col Chievo. Possibile turno di riposo per Fernando Llorente, con Alvaro Morata che scalpita in vista del debutto dal primo minuto. Ma Allegri ha già riferito che il ragazzo «va inserito pian piano». C’è da fidarsi.

TUTTOSPORT