Italia da urlo! Spagna annichilita

BASKET

BERLINO – E’ Italia clamorosa: gli azzurri battono 105-98 la Spagna, con una prova maestosa del trio NBA. Andrea Bargnani, Danilo Gallinari e Marco Belinelli totalizzano 74 punti e guidano l’Italia (priva di Datome) alla vittoria contro Pau Gasol (34 e 10 rimbalzi) e soci. Una vittoria che porta l’Italia al terzo posto, seconda alla pari con la Turchia, ma la sfida di domani contro la Germania sarà ancora decisiva: con un successo sarà terzo posto, con una sconfitta saranno guai. Ma di certo, la prova contro la Spagna non può che esaltare un movimento che sin dalla presenza di tre giocatori nella NBA aspettava una notte del genere, con 18 di Bargnani, 27 di Belinelli (25 nella ripresa!) e 29 di Gallinari.

CORAGGIO – Pianigiani varia il quintetto, lanciando Bargnani contro Gasol, e il Mago risponde subito con due canestri che danno coraggio (6-1). L’Italia, infatti, subisce i primi pugni – le due triple di Ribas e un Gasol che chiama 8 tiri liberi nel solo primo quarto – ma non barcolla, e tra il Mago e Pau è 10 pari sul 19-18. Lo starting five azzurro è strepitoso, ma anche i cambi entrano bene in gara, con un canestro di Melli e soprattutto 7 punti di Pietro Aradori, anche se il 29-24 è generato soprattutto da un Gallinari che cresce lentamente ma inesorabilmente (9 nel secondo quarto, 14 a metà). Dietro, però, l’Italia fatica contro Gasol (16 con 7 rimbalzi e 4 assist a metà gara) e i pick-and-roll centrali che liberano Hernangomez. Ma è lo spavento per una brutta caduta sul gomito destro di Hackett a bloccare l’Italia, Reyes e Llull ne approfittano per un 10-2 (40-45), ma gli azzurri chiudono a -3 un primo tempo di enorme sostanza.

BELI ON FIRE – L’intervallo restituisce un Marco Belinelli incredibile (7/9 da tre): i suoi 10 punti in fila generano il 15-0 che cambia la partita in modo incredibile (54-47), mentre la Spagna è soltanto Gasol. I problemi di falli di Bargnani vengono coperti dalle triple di Beli (14 punti in 5′, 17 nel terzo quarto), e quando la partita diventa una corrida – con le simulazioni di Ribas, i colpi proibiti di Fernandez e il fallo tecnico a Gentile – sono i nervi saldi di Gallinari (13/14 ai liberi). Le triple di Belinelli e Gallinari danno il +13 (81-68) che vale il ko tecnico, l’orgoglio di Gasol (che va anche a brutto muso con Belinelli dopo un fallo subito) non basta, e la chiusura è di Gentile (13) e Aradori (11), bravissimi a supportare il trio NBA.

CORRIEREDELLOSPORT.IT