Isis: campagna segreta Cia, droni per omicidi mirati di capi del ‘califfato’ in Siria

isis 4

Il drone, l’aereo senza pilota radiocomandato da basi a miglia di km di distanza dall’obiettivo, e’ sempre piu’ l’arma preferita dell’amministrazione Obama. Il Washington Post rivela che oltre alla gia’ nota campagna di raid aerei gestita dall’esercito, la Cia ed il Comando Operazioni Speciali (Jsoc) hanno lanciato una campagna segreta di omicidi mirati di personalita’ di spicco di Isis ricorrendo ad una flotta di droni in Siria. Tra le prime vittime di questo programma segreto il britannico Junaid Hussain, il capo degli hacker di Isis.
“Il programma clandestino – scrive il Wp – rappresenta una significativa escalation del coinvolgimento della Cia in Siria, arruolando il potente centro antiterrrismo dell’Agenzia contro un gruppo che secondo molti ha eclissato al Qaeda”.
Questo sviluppo rappresenta anche una marcia indietro di Obama che puntava a fermare la trasformazione della Cia da agenzia di spionaggio in una vera e propria forza paramilitare segreta.

AGI