Ipotesi sanzioni su barriera Brennero, Mattarella: “Bene che Ue sia stata chiara con Vienna”

Sergio_Mattarella_1

L’Ue incalza Vienna sulla costruzione di una barriera al Brennero. Il ministro dell’Interno austriaco Johanna Mikl-Leitner ha spiegato al Commissario europeo all’Immigrazione Dimitris Avramopoulos che la struttura non servirà per fermare il flusso dei migranti, ma per convogliarlo verso i controlli. La Commissione attenderà comunque di vedere cosa accadrà. Nel caso venga riscontrata la violazione di Schengen, potrà scattare una procedura di infrazione.

Mattarella: “Barriere sono zavorre che frenano l’Europa” – “Le barriere che dividono l’Europa sono una zavorra che ne appesantisce il cammino”. Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo a Torino all’Italian German High Level Dialogue. “Sono lieto – ha aggiunto – che il rappresentante della Commissione abbia pronunciato parole chiare su quanto sta avvenendo al Brennero. Tornare indietro da Schengen sarebbe un atto di autolesionismo, per tutti”.

Gentiloni: “Non possiamo accettare gesti unilaterali” – L’Austria è un “Paese amico con il quale mi auguro si possa continuare a collaborare, ma dal quale non possiamo accettare la logica di gesti unilaterali che comprometterebbero questa capacità di collaborazione”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni durante un convegno a palazzo Giustiniani a Roma, riferendosi alla barriera “anti migranti”, in fase di allestimento al Brennero.

TGCOM